Economia

Fondi Po Fesr 2014-2020 appello da Ragusa a Musumeci

A lanciarlo è Confcommercio

Frenata sui fondi Po Fesr 2014-2020 alle imprese, da Ragusa l’appello di Confcommercio al presidente della Regione.

Anche nella qualità di vicepresidente regionale, il presidente provinciale Confcommercio Ragusa, Gianluca Manenti, condividendo la presa di posizione di Francesco Picarella, presidente regionale dell’associazione di categoria, interviene in merito alla necessita? di riunire “il comitato di sorveglianza del Po Fesr”, organo che vigila sull’efficienza, l’efficacia e sulla qualità d’esecuzione del Programma operativo, monitorando l’avanzamento della spesa e approvando eventuali modifiche ai documenti. Mentre le imprese hanno fatto la loro parte, progettando nuovi investimenti per quasi 2,5 miliardi di euro per innovare il sistema produttivo dell’isola al fine di aumentare la produzione di beni e servizi e incrementare l’occupazione creando nuovi posti di lavoro, le dotazioni attualmente disponibili sono sufficienti a soddisfare non più di un terzo dei progetti presentati, per cui è necessario incrementare le risorse disponibili.

Occorre anche accelerare gli iter istruttori, rilevando che la maggior parte dei bandi chiusi tra luglio e novembre dello scorso anno, ad oggi non hanno prodotto le graduatorie. Ecco perché è opportuno intervenire mediante l’attuazione del Piano di rafforzamento amministrativo, che renderebbe disponibili risorse e strumenti per adeguare la struttura regionale all’enorme sforzo che comporta la spesa dei fondi comunitari. Inoltre, è stato chiesto al presidente della Regione di convocare quanto prima l’annunciato comitato di sorveglianza di meta? anno per il monitoraggio delle azioni correttive.