Amministrative 2018

Amministrative, si vota a Modica, Ragusa, Acate e Comiso: fino alle 23

Sono 137 i comuni siciliani al voto

Oggi in 137 comuni della Regione Sicilia, 19 dei quali con popolazione legale superiore alla soglia dei 15.000 abitanti si vota per il rinnovo di Sindaci e consigli comunali. In provincia di Ragusa si vota nei comuni di Acate, Comiso, Modica e Ragusa.

Si vota solo per tutta la giornata di oggi e i seggi saranno aperti fino alle 23. Per esercitare il diritto di voto occorre esibire un documento d’identità in corso di validità e la tessera elettorale. Lo spoglio inizierà subito dopo la chiusura delle urne. Anche in questo turno di amministrative si applica un sistema elettorale maggioritario a doppio turno per i comuni siciliani con una popolazione che supera i 15mila abitanti, mentre in quelli con popolazione pari o inferiore ai 15mila abitanti si utilizza il maggioritario a turno unico.

Motivo per il quale cambiano anche le modalità con le quali si può esprimere il voto. Nei comuni con più di 15mila abitanti gli elettori riceveranno una sola scheda con il nome dei candidati sindaco, affiancati dai simboli delle liste ad essi collegati. Accanto a ogni simbolo ci sono due righe bianche. Si vota per il sindaco facendo un segno sul nome di uno dei candidati. Si vota per il consiglio facendo un segno su uno dei simboli delle liste collegate ai candidati sindaco. In Sicilia è eletto al primo turno il candidato che ottiene più del 40% dei voti. Accanto al simbolo della lista c'è uno spazio bianco dove si possono scrivere fino a due nomi dei candidati di quella lista.

È possibile esprimere fino a due preferenze, purché a candidati di sesso diverso pena l'annullamento della seconda preferenza. È possibile votare solo il nome di un candidato sindaco. Se si fa un segno su un simbolo di lista ma non su un candidato sindaco, il voto viene esteso automaticamente al candidato sindaco collegato a quella lista. È possibile votare per una lista diversa da quelle collegate al candidato sindaco prescelto (il cosiddetto voto disgiunto). Nei Comuni inferiori ai 15 mila abitanti quindi in provincia di Ragusa solo nel Comune di Acate. Sulla scheda compare il nome del candidato sindaco con il simbolo della lista cui è associato. Si vota facendo un segno sul simbolo del candidato. Il voto al candidato sindaco si trasmette automaticamente alla lista collegata. Sulle righe bianche è possibile indicare il nome di due candidati presenti nella lista collegata.

A Ragusa i candidati a sindaco sono sette: Peppe Calabrese, Peppe Cassì, Carmelo Ialacqua, Giorgio Massari, Sonia Migliore, Antonio Tringali, Maurizio Tumino, gli elettori saranno complessivamente 62186 distinti in 29765 maschi e 32421 femmine gli elettori chiamati alle urne. I seggi sono 71. A Modica i candidati sindaco sono quattro Ignazio Abbate, Gabriele Amore, Carlo Cartier, Salvatore Poidomani. Gli elettori sono 47108 i cittadini aventi diritto al voto, 24 387 sono femmine e 22721 maschi. Si vota in 51 sezioni.

A Comiso Patrizia Bellassai, Giuseppe Digiacomo, Maria Rita Schembari e Filippo Spataro. Gli aventi diritto al voto sono complessivamente 26094, 13 531 femmine e 12563 maschi che voteranno in 31 sezioni. Infine ad Acate tre i candidati sindaco: Vito Cutrera, Giovanni Di Natale e Giovanni Fracanzino. Gli elettori chiamati al voto sono 7197 di cui 3620 femmine e 3577 maschi. Otto le sezioni. Lo spoglio delle schede inizierà dopo le 23 a seggi definitivamente chiusi. Lo scrutinio riguarderà in primo luogo le preferenze attribuite ai candidati sindaco, successivamente ai voti di lista ed infine ai candidati al consiglio comunale.