Benessere

Dieta della frutta dei 3 giorni per dimagrire un chilo

Non solo frutta

La dieta di frutta dei tre giorni nota come Fruit Flush può far dimagrire di un chilo in tre giorni. E’ stata ideata da Jay Robb, celebre coach e nutrizionista clinico. Nei tre giorni non si devono mangiare solo frutta, verdura ma anche altro. Vediamo cosa.

Nel primo giorno è previsto il consumo di shake proteici, verdure e carni magre: il secondo e il terzo giorno si mangia molta frutta, verdura cruda e gli shake proteici sono ridotti a uno solo. Nonostante le porzioni di frutta siano numerose nel secondo e terzo giorno, non si arriva a un eccesso di frutta e zuccheri (in particolare fruttosio): questo perché la dieta esclude ogni altro tipo di zucchero semplice e le porzioni sono sì numerose ma moderate. Primo giorno: a colazione, pranzo e snack (uno a metà mattinata e uno a metà pomeriggio) si consumano degli shake proteici a base di proteine del siero del latte, ma in alternativa anche vegani.

La cosa migliore è scegliere shake con un moderato apporto di proteine e una certa varietà di gusti, di modo da ottenere la massima resa con la minima spesa: personalmente consiglio questi della Purition, in versione normale (primo link) o vegan (secondo link), che vanno diluiti in acqua e che sono nei quantitativi giusti per poter fare tutta la dieta completa, che prevede 4 shake il primo giorno e uno nei successivi per un totale di sei. Questi mi sembrano adatti. A cena si consumano invece dai 150 ai 200 grammi di pollo o tacchino (o 150 grammi di tofu per i vegetariani) con un cucchiaio di olio e una grande porzione di verdure preferibilmente crude.

Secondo e terzo giorno: Colazione, snack e pranzo prevedono in tutto 4 porzioni di frutta, tra acidula, semi acidula e zuccherina: colazione con 200 gr di fragole (tisane e, a scelta, senza zucchero) o del melone o del pompelmo o due kiwi, snack con 100 grammi di frutta acidula tra mirtilli, arance, mandarini, pranzo con 200-250 grammi tra mango, mele, frutti rossi, anche in mix. Volendo si può aggiungere una spolverata di cocco rapè, ma niente zucchero ovviamente. Niente frutta in scatola, solo fresca. Niente frullati o centrifugati di frutta, ma frutta intera, ove possibile con la buccia.

A cena: grossa insalata mista con un cucchiaio di olio di oliva e un po’ tutte le verdure crude che possiamo metterci, dalle lattughe ai peperoni ai pomodori alla rucola ai funghi, più 100 grammi di avocado e uno shake come quelli del primo giorno. Nei tre giorni bisogna bere almeno 12 bicchieri di acqua al giorno. Come facciamo sempre in tutte le diete pubblicate sul nostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare qualsiasi tipo di regime alimentare dietetico. Questa dieta non è adatta a chi soffre di diabete, altre patologie e alle donne in gravidanza.