Elezioni

Ragusa, Emanuele Aquila incontro su incentivi alle imprese

Presenta il candidato sindaco Maurizio Tumino

Il candidato a sindaco di Ragusa Maurizio Tumino ha partecipato, ieri sera, all’incontro promosso da Emanuele Aquila, della lista Tumino sindaco, centrato sulle linee da portare avanti sul fronte dello sviluppo economico.

“Abbiamo avviato un dialogo, con chi ci è venuto a trovare – sottolinea Aquila – molto proficuo e soprattutto abbiamo esposto le idee della prossima amministrazione Tumino. A cominciare dagli incentivi alle imprese per favorire nuovi insediamenti produttivi e il piccolo commercio. Saranno incentivi triennali finalizzati ad alleggerire la pressione fiscale. L’obiettivo è stimolare la creazione di nuovi posti di lavoro in settori specifici come il commercio di vicinato e imprese innovative o attive sulla filiera agroalimentare ma a basso impatto ambientale”.

Da qui l’attenzione si è poi spostata sui centri commerciali. “Cercheremo – chiarisce Aquila illustrando la posizione del candidato sindaco Maurizio Tumino – di contemperare le esigenze sia di chi viene a Ragusa la domenica per trovare il servizio fornito dalle più grosse strutture presenti nella nostra città sia di chi lavora e vuole avere l’opportunità, durante la giornata festiva, di trascorrere più tempo con i propri cari. La soluzione percorribile è quella di garantire l’apertura dei centri commerciali a domeniche alterne secondo delle formule che devono essere ben studiate e concertate. Ma l’idea di massima è questa”. C’è poi la questione riguardante l’agricoltura che merita di essere ben presa in esame.

“E’ uno dei comparti primari della nostra economia – aggiunge Aquila – e va tutelato e, anzi, esaltato. Dobbiamo valorizzare i nostri prodotti con un’attività di marketing che vada oltre il nostro circondario. Dobbiamo creare un marchio di qualità che ci faccia essere appetibili sui mercati nazionali ed internazionali. Allo stesso tempo dobbiamo valorizzare i prodotti caseari iblei promuovendo la città di Ragusa come città del latte. Ma non solo. E’ necessario accorciare la filiera per rendere minore il divario tra i prezzi al consumo e il reddito degli agricoltori mediante la creazione di uno spazio comunale per la vendita diretta dei prodotti di esclusiva produzione propria, con vantaggi anche per il consumatore”. Riflettori puntati pure sull’artigianato e la piccola e media impresa.

“Sono i settori – continua ancora Aquila – che hanno bisogno di sostegno da parte di un’Amministrazione comunale che deve essere capace di creare le necessarie condizioni per favorire sviluppo e crescita ulteriori. Senza di ciò, non è possibile pianificare quel rilancio economico che si rende indispensabile a più livelli per la nostra città e che la politica avviata da Maurizio Tumino vuole cercare di attuare se gliene sarà data la possibilità”.