Rifiuti

Amministrative Ragusa, Giovanni Iacono sulla raccolta differenziata

L'ex presidente del Consiglio: rielaborare ordinanza pagamenti suppletivi

Intervento senza mezzi termini sulla raccolta differenziata da parte di Giovanni Iacono, prima ancora della presentazione ufficiale come assessore designato di Peppe Cassì, investitura prevista per giovedì 24 maggio, alle 19,30, presso la sala Il Cielo di Villa Carlotta.

Spiega Iacono “lo scorso 18 aprile, durante l'attività ispettiva, avevo chiesto all'amministrazione di spiegare alla città perché il servizio di raccolta differenziata nelle proprietà condominiali richiedesse un pagamento suppletivo in favore di soggetti terzi, cooperative, in cambio di servizi che in realtà dovevano essere svolti dalle società che si erano aggiudicato l'appalto. La risposta di Piccitto è scritta nell'ordinanza sindacale n. 302 del 4 maggio scorso ed è una risposta che contrasta con il disciplinare tecnico prestazionale del servizio di igiene urbana approvato dallo stesso Comune di Ragusa, nella parte in cui è previsto testualmente, che i gestori del servizio di raccolta sono obbligati all'effettuazione del servizio in conformità al disciplinare e senza pretendere maggiori oneri”.

Poi l’ex presidente del consiglio comunale assicura “nel programma amministrativo di Peppe Cassì è previsto il monitoraggio del servizio di igiene urbana e la vigilanza sul corretto adempimento contrattuale. Tra i primi impegni, l’ordinanza sindacale n. 302 del 4 maggio scorso sarà rielaborata, in modo da eliminare oneri ed adempimenti aggiuntivi a carico dei cittadini” e conclude “stiamo inoltre verificando i gravi disservizi per la raccolta differenziata con i sacchetti di rifiuti che vengono lasciati tutto il giorno nelle strade del centro ma anche in periferia e nelle zone di campagna limitrofe alla città dove sono stati tolti i contenitori”. (da.di.)