Diocesi

Comiso, la raccolta per l'Addolorata

Tradizionale usanza che ha dimostrato la generosità dei comisani

Tradizionale raccolta di doni a Comiso domenica mattina nell'ambito dei festeggiamenti in onore di Maria Santissima Addolorata. Grazie alla generosità dei devoti sono stati raccolti: pane, pasta, vino, frutta, dolci, come impone la tradizione, ma anche tanto altro ancora.

I doni sono stati caricati sui furgoni accompagnati dai più folkloristici carretti siciliani per perpetuare la tradizione risalente ai primi anni del secolo scorso. Nel pomeriggio la tradizionale “cena all’asta”. E per lo stesso comitato, guidato dal vicepresidente Salvatore Battaglia, con il segretario Francesco Delaimo e il tesoriere Roberto Giannone, c’è stata la possibilità di toccare con mano il tangibile contributo arrivato dai fedeli. E i numerosi tavoli predisposti dai cittadini nel centro storico di Comiso e nelle zone periferiche cittadine hanno fatto emergere quanta l’attenzione nei confronti di questa iniziativa sia molto alta da parte di tutti. Oltre ai componenti del comitato, a dare una mano per la raccolta anche i devoti portatori di Maria Addolorata.

Il tutto con la presenza dei componenti del corpo bandistico. E’ venuta fuori, ancora una volta, quella rete di solidarietà creatasi all’insegna della devozione per Maria Santissima Addolorata. L’ultimo tavolo, poi, quello allestito con la collaborazione dei bambini dell’Inno, ha avuto come cornice il sagrato della chiesa.