Amministrative 2018

Amministrative, Abbate con Ruffino incontra Modica Alta

L'incontro organizzato dal consigliere di "Fare Modica"

E' stato un incontro molto partecipato, quello organizzato da Alessio Ruffino, candidato al Consiglio comunale di Modica per le elezioni del prossimo 10 giugno nella lista Fare Modica, e tenuto all'Oratorio San Domenico Savio insieme al sindaco Ignazio Abbate.

Tanti amici e sostenitori della candidatura di Ruffino, esponenti del mondo della scuola, della cultura, dell'imprenditoria, del tessuto sociale hanno riempito il salone per mostrare vicinanza agli ideali e alla passione che Ruffino ha dimostrato in questi cinque anni che ha trascorso come consigliere a Palazzo San Domenico e per sentire dalla voce del candidato sindaco Abbate quanto è stato fatto per questa zona della città e cosa prevede ancora il programma per i prossimi cinque anni. A fare gli onori di casa è stato Don Gino Tirrito, perchè la location dell'incontro scelta da Ruffino non è stata una scelta casuale, in quanto lui all'oratorio è cresciuto e si è formato, poi sono intervenuti Don Salvatore Frasca amico e sacerdote salesiano.

Quindi è stata la volta di un altro amico di Alessio, Piergiorgio Ricca anche lui con la passione per la politica, che ha sposato il progetto di Alessio Ruffino e che assieme a lui intende portare avanti un progetto che dia maggiore spazio e rilevanza ai giovani a Palazzo di città, cominciando dall'istituzione di una consulta giovanile. Sono poi intervenuti Enzo Di Maria e il professore Orazio Giannì. Ruffino nel suo intervento, dopo avere ringraziato i presenti si è rivolto direttamente al sindaco per farsi portavoce dei bisogni e delle esigenze di questa parte fondamentale della città, per la sua storia, per il suo patrimonio e per la sua bellezza.

In questi cinque anni molto è stato fatto, ma molto si deve ancora fare a partire dalla telesorveglianza in punti cruciali come il "Pizzo" è il quartiere “Piano Gesù”, bisogna poi battersi per l'istituzione di un unico circolo didattico per Modica Alta comprendente la scuola media “E. De Amicis” (oggi succursale della “Carlo Amore”) con i plessi della “Piano Gesù”. A chiudere i lavori è stato Ignazio Abbate che dopo avere elencato i numerosi interventi fatti in cinque anni per questa zona della città, ha focalizzato la sua attenzione su quanto c'è ancora in programma per Modica Alta ed ha invitato i residenti a crederci e ad investirci per primi perché esistono le potenzialità ed esistono anche i finanziamenti a fondo perduto. Ruffino in chiusura ha ringraziato tutti i presenti evidenziando come la sua candidatura sia frutto della volontà, dell'impegno e della passione di un gruppo.