Amministrative 2018

Ragusa, Giovanni Iacono chiarisce la sua posizione

Spiegato il ruolo di Partecipiamo

"Non sono stato nominato ‘assessore’ da Cassì ma ‘potenziale’ componente della sua squadra di governo, qualora dovesse vincere". E' Giovanni Iacono a chiarirlo, in un comunicato in cui ringrazia Cassì per la stima dimostrata e ritiene che le nomine di Giovanna Licitra e Luigi Rabito siano già nel segno della migliore espressione della società civile e della discontinuità.

L’associazione ‘Partecipiamo’ non è, direttamente, coinvolta in queste elezioni e quindi non esiste in questa tornata elettorale. Vi sono invece molti esponenti di ‘Partecipiamo’ che hanno deciso di candidarsi nella lista ‘Fuori dagli schemi’ a sostegno del candidato Cassì. Iacono non ha remore a dire anche che a fianco di Peppe Cassì ci sono tanti gruppi e persone lontani dalla sua ideologia, però, c’è un programma comune e condiviso per la città. "Il sottoscritto non ha necessità di dimostrare a nessuno che è stato l’unico, da sempre, ad essere distaccato dalla propria persona e a rinunciare a candidature, a rifiutare vice sindacature, assessorati e a dimettersi, volontariamente, da presidente del Consiglio comunale - conclude Iacono - che aggiunge: è per evitare che questi soggetti politici e i loro ‘adepti’ continuino ad amministrare Ragusa che abbiamo fatto rinunce e siamo ancora qui a difendere il bene comune.