Benessere

Dieta macrobiotica per dimagrire: toccasana per la salute

Lo schema tipo di una giornata

La dieta macrobiotica può far dimagrire di circa 3 chili in pochi giorni. E’nata in Giappone grazie a George Ohsawa e si basa sulla ricerca dell'equilibrio fisico ed emozionale attraverso la nutrizione.

In verità non si tratta solo di una dieta ma di uno stile di vita che ha come obiettivo quello di aiutare la persona a sviluppare le proprie capacità umane e a connettere con la natura da un punto di vista biologico (la alimentazione), ecologico, sociale e spirituale (con maggior comprensione, amore e responsabilità). Il termine macrobiota deriva da “Macro” che significa Grande e “Bios” Vita, che tradotto vuol dire “vivere in un modo grandioso”. Il regime alimentare previsto prevede la suddivisione degli alimenti a seconda della loro energia. Essi, proprio come la specie umana, sono caratterizzati da un tipo di energia “maschile” (yang) e da una “femminile” (yin), con la predominanza di una delle due.

In generale, gli alimenti Yang sono di origine animale, producono calore e contrazione (si consumano principalmente in zone fredde), son ricchi di emoglobina e contengono grassi saturi. Gli alimenti Yin sono di origine vegetale, hanno un effetto rinfrescante e rilassante (si consumano soprattutto ai tropici), sono ricchi di clorofilla e i grassi non sono saturi. Ma vediamo uno schema tipo di una giornata. Ecco cosa si mangia. Colazione: una tazza di tè, una crema di miglio o di riso con cannella ed uvetta passa e biscotti di riso o una tazza di cereali. Pranzo: una zuppa di miglio, di cereali o di verdure con alghe o in alternativa un piatto combinato di riso integrale lesso e proteina vegetale (che è sempre preferita ai legumi o alla carne o al pesce), una mela cotta e una tazza di tè.

Spuntini: una tazza di tè e biscotti di riso con marmellata o confettura. Cena: una zuppa di verdure e cereali integrali, verdure al vapore o fresche a volontà, pesce o proteine vegetali (senza eccedere) e verdure a scelta tra cavoli, carote, finocchi, scalogno e cime di rapa. Come facciamo sempre nelle diete pubblicate sul ostro sito raccomandiamo di consultare il proprio medico di famiglia o uno specialista prima di cominciare qualsiasi regime alimentare dietetico.