Benessere

Il frutto della passione nella dieta come antiossidante

Ideale contro invecchiamento cellulare

Il frutto della passione è ricco di proprietà nutritive e può essere inserito nella dieta. E’ un frutto esotico conosciuto come maracujà, originario dell’America del Sud.

La sua vendita non è ancora molto diffusa nei supermercati d’Italia ma potrebbe presto diventarla proprio per le caratteristiche benefiche che apporta all’organismo. Ha una forma ovale e la buccia rosso-violacea. La polpa del frutto della passione è composta principalmente da acqua e rappresenta una buona fonte di betacarotene, fibre alimentari e una discreta quota di altri nutrienti, tra cui ferro, potassio, magnesio, zinco, selenio, vitamina A e Omega 6. I semi della maracujà sono solitamente destinati all’alimentazione degli animali, mentre dalla buccia viene estratto un olio utilizzato principalmente nell’industria cosmetica.

Il frutto della passione è anche indicato contro l’invecchiamento in quanto rappresenta una fonte generosa di antiossidanti, sostanze che aiutano l’organismo a proteggersi dall’invecchiamento cellulare e, quindi, da tutte le malattie che ne possono derivare, in particolare neoplasie e problemi cardiovascolari. Negli anni sono stati eseguiti diversi studi sulle proprietà benefiche del frutto e tra questi quello sul diabete di tipo 2. Lo studio è stato pubblicato nel 2012 da Nutrition Journal. Secondo i risultati di questa ricerca Il frutto della passione, sarebbe in grado di ridurre l’insulino-resistenza.

I pazienti diabetici presentano, solitamente, una resistenza all’azione dell’insulina e per questo motivo hanno bisogno di somministrazioni di insulina per controllare i livelli di glucosio nel sangue. Dunque, ogni sostanza in grado di ridurre l’insulino-resistenza può aiutare il controllo della glicemia nel paziente diabetico. I risultati dello studio citato, condotto su 43 pazienti di età compresa tra 57 e 73 anni, non possono considerarsi conclusivi, ma suggeriscono un effetto positivo del frutto della passione nella prevenzione e nella cura del diabete di tipo 2.