Amministrative

Elezioni Ragusa, fine settimana dedicato ad apertura campagna elettorale

A presentarsi pubblicamente agli elettori Massari, Migliore e Tringali

Intenso fine settimana politico a Ragusa dedicato all’apertura delle campagne elettorali di ben tre candidati sindaci. Per non far torto a nessuno andiamo in ordine temporale e nel caso di ex aequo, io ordine alfabetico.

Venerdì sera è stato Giorgio Massari il primo a chiamare all’appello i suo simpatizzanti, sostenitori e candidati nelle lista che lo appoggiano, riempendo il teatro Tenda. Giogio Massari, area di centrosinistra, ha presentato anche due degli assessori che lo affiancheranno in una eventuale squadra di governo cittadino, ovvero Salvo Ingallinera, presidente dell’Ascom comunale, nonché menbro del comitato ristretto per il raddoppio della Ragusa Catania, e l’architetto Gaetano Manganello. Ufficializzata, ma era già da tempo data per certa, la convergenza su Massari di Sinistra italiana e del Movimento democratici e progressisti Art. 1, mentre a suo fianco lavorano le liste Ragusa Prossima, Ragusa Bene Comune e Cantiere democratico.

Due assessori designati anche per il candidato sindaco Sonia Migliore che ha invece aperto sabato pomeriggio, sempre al teatro Tenda, la propria campagna elettorale. I due assessori sono l’ingegnere Saro Tomasi per “Urbanistica e Lavori Pubblici” e la dott.ssa Chiara Tumino, che avrebbe la delega per “Servizi Sociali e Istruzione”. Le liste che sostengono “il primo sindaco donna” sono Laboratorio 2.0, Chiamalacittà, Cambiamola Ora, Progresso e Futuro, Ricostruire Ragusa. E sempre sabato, ma all’aperto, in una piazza Cappuccini recentemente ristrutturata e ridisegnata proprio dall’amministrazione Piccitto, si è tenuta la convention del candidato sindaco 5 stelle Antonio Tringali.

A presentarlo il leader siciliano dei grillini, Giancarlo Cancelleri, al cui fianco erano anche il sindaco uscente Federico Piccitto e la deputata regionale Stefania Campo. Nel rivendicare i meriti dell’amministrazione pentastellata in carica dal 2013, Cancelleri ha persino richiamata una frase di Don Luigi Sturzo ovvero “il denaro pubblico è sacro”. Ma piuttosto molta attenzione è stata rivolta all’assenza illustre del vicesindaco Massimo Iannucci che per i malpensanti non ha fatto altro che confermare le diatribe interne al movimento di Grillo. (da.di.)