Amministrative

Ragusa, Forza Italia ritrova unità sul candidato Tumino

Interventi dei vari esponenti del Partito

E’ sull’appoggio al candidato sindaco Maurizio Tumino che Forza Italia prova a ricompattarsi e ritrovare un’unità che fino a poco tempo fa appariva impossibile.

Ed infatti i due esponenti di spicco azzurri che avevano politicamente amoreggiato con Sonia Migliore, il commissario provinciale Giovanni Mauro e Salvo Mallia, hanno annunciato il loro appoggio a Tumino, Mallia persino candidandosi in consiglio comunale a sostegno dello stesso. Nelle note dei due maggiorenti forzisti rivendicazioni di unità, con Salvo Mallia che parla di “coerenza e ‘appartenenza’. Una scelta sofferta ma coerente fino in fondo ai propri ideali. Nessun ‘richiamo dall’alto’ ma semplicemente la condivisione di un percorso con gli azzurri avviato e intrapreso oramai da decenni”. E se il “richiamo dall’alto” sembra riferirsi, pur negandolo, alla linea dettata dal coordinatore regionale Gianfranco Miccicchè, Mallia si sente in dovere di chiarire “ringrazio Sonia Migliore per la stima e l’apprezzamento ma ho voluto essere coerente con me stesso e con il partito. Nessun ripensamento ma semplicemente una presa d’atto di un importante progetto politico che vede il partito di Berlusconi dare un sostegno autorevole in una campagna elettorale sin troppo difficile.

Da elogiare le parole espresse dal coordinatore regionale Gianfranco Miccichè, dal deputato nazionale Nino Minardo e da tutti i vertici del partito che mi hanno, sin da subito, aiutato e sostenuto. In questo progetto politico, insieme a tanti amici e simpatizzanti, voglio dare il mio contributo con un pacchetto di proposte e di idee da condividere con l’amico Maurizio Tumino”. E anzi a proposito di quest’ultimo, Salvo Mallia assicura che sarà “non più un sindaco blindato che non ha ascoltato e condiviso il grido dei suoi concittadini ma un Palazzo aperto con incontri periodici nei quartieri e nelle periferie”.

Dello stesso tenore le dichiarazioni di Giovanni Mauro che conferma “settimane, mesi, di attività febbrile dopo le quali le forze in campo sembrano essere venute a più miti consigli” e ringrazia “per questo lavoro certosino svolto nell’ultimo periodo gli amici di sempre, Miccichè e Minardo”. Mauro aggiunge “il centrodestra e Forza Italia non hanno bisogno né di divisioni né di personalismi di maniera, perché uniti si vince” e riconosce che il candidato sindaco Maurizio Tumino su cui converge Forza Italia “ è persona stimata, un professionista capace ed un politico di peso, una figura sulla quale non possono non convergere tutte quelle personalità, quegli amici, in primis Salvo Mallia, che da sempre hanno lavorato e lottano per una certa idea di società. Una società liberale e democratica”.

E visto che tutte le parole di tutti hanno avuto come unico riferimento il coordinatore regionale del partito azzurro, vediamo cosa ha scritto Gianfranco Miccichè “oggi c’è la concreta e reale possibilità di ridare ai ragusani un sindaco espressione del centrodestra, serio e capace, che metta al centro del proprio programma l’impegno per una città mortificata da anni di amministrazione approssimativa. Le elezioni a Ragusa hanno oggi, dunque, un ruolo di assoluta importanza per il centrodestra in generale e per Forza Italia in particolare. Per raggiungere tale risultato è necessario che la coalizione si ritrovi unita attorno ad un’unica candidatura autorevole, la cui proposta politico-amministrativa sia la più ampiamente condivisa. I molti colloqui di questi giorni con gli alleati e le indicazioni che mi provengono dal territorio mi confermano la bontà della candidatura dell’ing. Maurizio Tumino, sulla quale spero possano presto convergere tutte le forze che si muovono nel nostro perimetro politico.

Faccio appello dunque all’on.le Nino Minardo, amico di sempre, punto di riferimento politico nel territorio, le cui capacità di sintesi e di coesione dovranno accompagnare Forza Italia in provincia di Ragusa in questa fase di riorganizzazione, affinché trasmetta agli amici comuni un messaggio unitario per la coalizione. Mi auguro che tale messaggio giunga soprattutto a Salvo Mallia, a parere mio e dell’on. Minardo, pilastro insostituibile della nuova amministrazione guidata da Maurizio Tumino”. E Nino Minardo così gli fa eco “l’appello rivoltomi dal coordinatore regionale del Partito, on. Gianfranco Miccichè, rispetto alla soluzione della candidatura a Sindaco di Ragusa, non può cadere nel vuoto, sia per l’autorevolezza della interlocuzione, sia per la stima ed amicizia che ci lega. In questo senso invito tutti i miei amici a rispettare con coerenza l’indicazione che è frutto di una lunga e difficile sintesi; in particolare l’invito, già espresso dall’on. Miccichè, lo rivolgo a Salvo Mallia, amico e compagno di tante battaglie.

La trasparenza e la generosità con la quale ha avviato il suo percorso di scelta è nota a tutti i ragusani, come sono note le sue capacità amministrative. Penso di non fare torto a nessuno nel ritenere l’amico Mallia una delle risorse migliori da mettere a disposizione del nuovo sindaco, nella consapevolezza che la sintesi politica in qualsiasi coalizione si impone per risultare maggiormente credibili agli occhi di un elettorato che non perdonerebbe divisioni e lacerazioni interne a Forza Italia e nella coalizione. Per questa ragione anch’io mi associo all’appello di Miccichè e lo rivolgo a tutti i miei amici e sostenitori ragusani: qualsiasi scelta diversa si muove in un perimetro legittimo ma diverso, che non ci è mai appartenuto e che violerebbe quella unità che abbiamo da sempre ricercato con coerenza e determinazione”. (da.di)