Teatro

I colori della fantasia a Ragusa

Due appuntamenti al teatro Perracchio

Continuano gli appuntamenti con l’ottava edizione della rassegna di teatro per ragazzi denominata “I colori della fantasia” promossa dal Centro Teatro Studi con il supporto del Comune di Ragusa e, in particolare, degli assessorati alla Cultura e alla Pubblica istruzione. Stavolta saranno due le proposte in programma al teatro comunale Marcello Perracchio.

Martedì 8 e mercoledì 9 maggio sarà portato in scena, a partire dalle 10, “Il viaggio di Uno” del Teatro Libero di Palermo, con testo e regia di Benni Mazzone, rivolto soprattutto agli studenti delle scuole medie. Giovedì 10 maggio, invece, sempre allo stesso orario, cioè alle 10, spazio a “Playtime”, spettacolo in lingua inglese, fascia di età consigliata 9-13 anni, prodotto da “La casa di Creta” di Catania. “Il viaggio di Uno” è la storia di un viaggio, quello di uno di noi, in cerca di una vita migliore. Il viaggio di un ragazzo che cerca una vita diversa, per crescere, per diventare uomo.

Non sempre, quando si abbandona la propria casa in cerca di fortuna, si raggiunge una condizione migliore di quella abbandonata. Il nostro ragazzo, Uno, parte, spinto da tanti problemi, ma per precisa volontà dei genitori, per raggiungere un familiare che ha già lasciato la propria casa. Un viaggio della speranza, un susseguirsi di avventure e disagi, alla ricerca di una condizione di vita migliore. “Playtime”, invece, avrà per protagonista lo scanzonato Steve Cable che divertirà il pubblico di ragazzi con l’uso di canzoni, burattini, giocoleria, il tutto abbinando l’uso della lingua inglese ad una mimica facciale ed una gestualità che rende ogni scena sia comprensibile che divertente.

Lo spettacolo prevede molta interazione con il pubblico. Si tratta, tra l’altro, di uno show che mira non solo a divertire ma ad incoraggiare i piccoli studenti nei confronti della “strana” lingua inglese. “Gli appuntamenti in questione – sottolinea Franco Giorgio del Centro Teatro Studi di Ragusa – si annunciano molto stimolanti e non è un caso che gli stessi abbiano fatto già registrare il tutto esaurito. Cresce l’interesse nei confronti della nostra rassegna. Studenti e docenti vogliono conoscere da vicino le produzioni che proponiamo. E a noi fa piacere potere trasmettere la passione per il teatro alle nuove generazioni”.

A curare la comunicazione esterna è l’impresa Calogero Costruzioni Srl di Comiso che ha creduto nel progetto mettendo in rilievo il fatto che anche gli imprenditori privati possano investire in cultura. “Tra l’altro, abbiamo programmato tutto – aggiunge Giorgio – in modo tale che il costo del biglietto possa essere comprensivo del trasporto da scuola a teatro e viceversa”.