Salute

Giornata mondiale per l'igiene delle mani: oggi 5 maggio

Un milione di bambini potrebbero salvarsi

Lavarsi le mani nei soli paesi in via di sviluppo, potrebbe prevenire ogni anno la morte di 1 milione di bambini (sotto i 5 anni) sui 4 milioni che perdono la vita a causa di malattie diarroiche e polmonite.

In occasione della Giornata mondiale per l'igiene delle mani, che si celebra il 5 maggio, l'organizzazione non profit Oxfam lancia dunque un appello in sostegno dei propri interventi volti a prevenire la diffusione di epidemie che rischiano di decimare intere generazioni. Come in Yemen, Siria, Sud Sudan, Burundi, dove centinaia di migliaia di famiglie, devono sopravvivere ogni giorno bevendo o lavandosi con acqua sporca.

Oxfam, sta intervenendo non solo per riparare le infrastrutture idriche nelle aree più colpite, ma anche per formare migliaia di ragazzi sulle norme igieniche corrette: in 50 scuole nelle aree più povere vicino a Damasco, solo nelle ultime settimane ha spiegato a circa 30 mila bambini esattamente qual è il modo giusto per lavarsi le mani e salvarsi la vita. Oxfam sta portando aiuto anche a migliaia di bambini tra i circa 320 mila profughi, che hanno trovato scampo in Tanzania, in fuga dal conflitto del Burundi, soprattutto nei campi profughi di Nduta e Nayrungusu. Qui per prevenire tifo e dissenteria Oxfam ha disseminato per il campo decine di kit lava-mani. Un gioco che potrebbe salvare la vita.