Benessere

Cioccolato nella dieta come antistress sul lavoro: fa bene alla salute

Lo studio della California

Il cioccolato nella dieta come antistress sul lavoro e come toccasana per il benessere fisico. Ne basta poco al giorno ma deve essere fondente e ad alta concentrazione di cacao. Ad annunciarlo sono alcuni ricercatori della Californiana Loma Linda University.

Gli studiosi hanno analizzato l'effetto del cacao sulla salute cognitiva, endocrina e cardiovascolare. I risultati dello studio sono stati presentati all'Experimental Biology di San Diego. I ricercatori hanno esaminato l’influenza del cioccolato con un minimo del 70% di cacao e con il 30% di zucchero di canna biologico sulle funzioni neurologiche e l'effetto del cacao sulla salute cognitiva, endocrina e cardiovascolare. Dai test è emerso che maggiore è la concentrazione di cacao, maggiore è l'impatto positivo sulle attività cognitive, sulla memoria, sull'umore, sul sistema immunitario.

In precedenti studi era stato dimostrato il potere benefico dei flavonoidi del cacao in quanto antiossidanti e agenti anti-infiammatori, con meccanismi utili per la salute del cervello e per il sistema cardiovascolare. I risultati di quest’ultimo studio mostrano che il consumo di cacao agisce sulle risposte immunitarie e sui geni coinvolti nella percezione sensoriale, sviluppando l'iper-plasticità cerebrale (quella capacità che permette all'encefalo di modificare la struttura in relazione dell'attività dei propri neuroni). Così, spiegano i ricercatori, migliora anche l'elaborazione cognitiva, l'apprendimento, la memoria e allontana lo stress da lavoro.