Benessere

Il porro nella dieta dimagrante: è diuretico e ipocalorico

E' disintossicante

Il porro è un ottimo ortaggio da consumare nella dieta dimagrante. E’ ipocalorico ed è ricchissimo di acqua. E’ noto per le proprietà diuretiche quindi è molto utile contro la stitichezza e la ritenzione idrica. E’ consigliato nella dieta perchè contrasta la sensazione di fame nervosa.

Inoltre, l’alta quantità di fibre vegetali apporta benefici in caso di obesità patologica, favorisce la corretta digestione e aiuta a depurare l’intestino. E’ un alimento disintossicante e idratante. Ottimo antiossidante naturale, grazie alla presenza di flavonoidi, minerali e vitamine ha notevoli benefici per la salute umana, soprattutto se consumato a crudo. Secondo molti nutrizionisti il porro è un ottimo alleato del sistema cardiovascolare e circolatorio, in quanto contribuisce a distruggere il colesterolo cattivo che ostruisce vene e arterie.

Simile per proprietà e benefici alla cipolla, è più ricco di calcio, ferro, fibre, proteine e vitamine, in particolare la vitamina C. Contengono anche vitamine A, K, E. Dei porri si consuma la parte bianca, che costituisce il cuore della pianta, scartando generalmente la parte apicale verde. Questa è ottima se consumata in minestre, vellutate e risotti e va ricordato che, rispetto alla parte centrale, ha una maggiore concentrazione di vitamine. Ancora meglio se il porro viene consumato crudo, in insalate per esempio, così ad sfruttarne al meglio i valori nutrizionali.

Il porro conta solamente 61 kcal per 100 grammi e questo lo rende un alimento perfetto da inserire in una dieta ipocalorica, per favorire la perdita di peso o semplicemente per mantenersi in forma preferendolo ad altri alimenti. E’ un alimento che si può mangiare crudo nelle insalate o cotto per la preparazione di risotti, vellutate, zuppe e minestre o per secondi piatti di carne, di pesce e vegetariani o vegani, torte salate, timballi e frittate. Questa verdura può essere utilizzata anche come base per il soffritto al posto di aglio o cipolla in quanto il suo sapore è più delicato.

Il consumo di questo ortaggio non ha controindicazione, a meno che non si abbia un’allergia legata all’allicina , ed è consigliabile limitarne il consumo se si soffre di pressione bassa e di incontinenza urinaria.