Benessere

Dieta reducetariana: ecco cosa si mangia e come funziona

E simile ad una dieta vegetariana

La dieta reducetariana è una specie di dieta vegetariana soft e prevede un quantitativo ridotto di carne durante la settimana. Secondo molti nutrizionisti è una dieta che riserva diversi benefici per la salute.

Per cominciare questo tipo di alimentazione bisogna eliminare gradualmente la carne riducendo prima le quantità e poi il consumo a pochi giorni della settimana. A coniare il termine dieta reducetariana è stato lo statunitense Brian Kateman, autore e ideatore del Reducetarian Blog. Secondo lo stesso Katemann alla base del diventare reducetariani vi è un approccio graduale, che punta a modificare nel tempo il proprio stile alimentare. Per mangiare “reducetariano” bisogna rispettare alcune regole. Ecco quali sono: ridurre il consumo settimanale di carne dapprima eliminandole dal pranzo o dalla cena, in seguito riducendo il numero di giorni alla settimana (fino a un consumo massimo pari a 1-2 volte ogni 7 giorni).

Ridurre le porzioni di carne, ad esempio passare da una bistecca di circa 450 grammi a una di 225; evitare il consumo di carne proveniente dagli allevamenti intensivi, scegliendo al contrario quella ricavata da animali cresciuti al pascolo; e scegliere un giorno della settimana, il lunedì o un altro giorno, dove non si deve assolutamente mangiare carne.