Guardia di Finanza

Como, sequestro falsi capi abbigliamento Yves Saint Laurent

Operazione della Finanza

La Guardia di Finanza di Como ha sequestrato circa 165.785 capi di abbigliamento ed accessori con marchio contraffatto “Yves Saint Laurent" del valore di circa 25 milioni di euro. In particolare i militari hanno perquisito due società comasche operanti nel commercio all'ingrosso e al minuto di capi di abbigliamento, trovando numerosi bancali di sciarpe, cravatte e pochette provenienti dalla Cina con il marchio "Yves Saint Laurent" e la dicitura "Made in Italy".

Ricostruendo i passaggi commerciali, è emerso che una società argentina, con sede a Buenos Aires, la quale aveva dichiarato falsamente di essere licenziataria del marchio francese, aveva commissionato la produzione dei capi d'abbigliamento a una società di Milano la quale, come intermediaria, aveva trasmesso l'ordine di acquisto e le etichette a due imprese comasche. Queste, dopo aver comperato i prodotti (sciarpe, cravatte e pochette) in Cina li aveva consegnati ad altre due imprese per il ricamo ed etichettatura. Dal 2015 al 2017 - ricostruiscono le Fiamme Gialle comasche - è stato calcolato che circa 800.000 capi d'abbigliamento, alcuni dei quali destinati al mercato americano, sono stati contraffatti.

Nel settembre del 2017, era stata segnalata la commercializzazione di prodotti a marchio YSL falsi nel famoso magazzino "Saks 5th Avenue" di New York. Al dettaglio il valore dei prodotti sequestrati nell'ultima operazione si aggira intorno ai 25 milioni di euro mentre quello di tutti i beni contraffatti nel triennio supera i 150 milioni. I legali rappresentanti delle società comasche e dell'impresa milanese sono stati denunciati per contraffazione, frode nell'esercizio del commercio e ricettazione.