Maltempo

Danni agricoltura a Vittoria: Giunta chiede stato di calmità

La solidarietà del presidente Nicosia

Il Presidente del Consiglio comunale, Andrea Nicosia, interviene sui danni provocati dal maltempo che nei giorni scorsi si è abbattuto sul territorio. "Piove sul bagnato. Il vento di qualche giorno fa ha dato il colpo di grazia ad una economia oramai in seria difficoltà.

Occorrono risposte. Non possiamo - commenta Nicosia -più attendere. Esprimo a nome mio e dell'intero Consiglio comunale massima vicinanza agli imprenditori agricoli ancora duramente colpiti. Alla già devastante crisi economica si aggiungono i danni provocati dalle condizioni atmosferiche degli ultimi giorni. Le Istituzioni regionali hanno risposto al primo grido d'allarme lanciato qualche settimana fa da Vittoria. Ora occorre, però, dare qualche segnale concreto. Attendiamo con ansia la formazione del governo, senza il quale non abbiamo validi interlocutori.

Ieri l'amministrazione ha deliberato la richiesta dello stato di calamità. Occorre tuttavia che i governi regionali e nazionali diano seguito al grido di dolore che le Istituzioni lanciano da questo lembo di terra di Sicilia. Il Presidente della Regione sta ponendo in essere ogni utile iniziativa, e lo stesso sta facendo la nostra amministrazione, che ha convocato per domani tutti i Sindaci e i presidenti del Consiglio comunale dei Comuni coinvolti dalla crisi agricola, al fine di valutare iniziative, anche di grande impatto mediatico, utili ad attrarre l'attenzione dei media anche nazionali.

Dobbiamo condividere strategie comuni a tutte le realtà coinvolte, evitando iniziative isolate dei singoli comuni o Consigli comunali che rischierebbero di non dare il giusto valore al disagio vissuto dall'intero territorio siciliano. Sulla scorta delle esperienze passate, abbiamo l'esigenza di far fronte comune per una battaglia che non riguarda il solo territorio vittoriese ma l'intera fascia trasformata”.