Kermesse

Poietika a Campobasso dal 16 aprile

Quarta edizione

A Campobasso dal 16 aprile riapre i battenti Poietika, la kermesse multiculturale che indagherà fino ad agosto sul tema della Bellezza, declinata in ambito filosofico, letterario, musicale, cinematografico.

“L’obiettivo – dichiara il direttore artistico Valentino Campo - è cogliere nella poliedricità concettuale che sottende alla parola, sia le implicazioni artistiche che quelle legate alla più cogente attualità, la bellezza che si coglie anche nella sua quotidiana negazione, nella omologazione della società dei consumi.” Nel Teatro Savoia di Campobasso e negli luoghi di pregio del Molise avranno luogo lectio magistralis, incontri, dialoghi con gli autori, presentazioni di libri, concerti e proiezioni cinematografiche in sedici appuntamenti in programma fino alla metà di agosto.

Poietika conferma dunque l’apertura verso i nuovi segmenti comunicativi, prestando particolare attenzione al territorio, cercando di coinvolgere le risorse umane, professionali e culturali che operano in Molise, dialogando con le istituzioni scolastiche e con l’Università. Nelle prime tre edizioni c’è stato un eccezionale riscontro del pubblico, interesse mediatico nonché l’interlocuzione portata avanti con enti ed istituzioni, che hanno sancito la centralità di Poietika, in una rete sempre più pervasiva in grado di valorizzare la regione nel suo complesso, rendendola il fulcro intorno al quale si raccolgano voci di intellettuali, scrittori, poeti, filosofi, e musicisti che affrontano tematiche urgenti e necessarie.

Il 16 aprile alle ore 18,30 il Teatro Savoia di Campobasso ospiterà Tahar Ben Jelloun, scrittore, poeta e saggista marocchino, noto per i suoi scritti sull'immigrazione e il razzismo. Con lui dialogherà Jean Portante, scrittore e poeta italo lussemburghese, che torna a Poietika dopo l’affascinante incontro della scorsa edizione. Con questa quarta edizione, inoltre, Poietika in estate si aprirà all'intero territorio regionale cominciando a luglio con Steve Mccurry, toccando fino alla metà di agosto numerosi borghi molisani.