Sicurezza

Ragusa, scattata l'operazione "Pasqua sicura"

Vertice in Prefettura in vista delle imminenti festività

Si è già messa in moto la macchina organizzativa delle Forze dell'Ordine per garantire maggiore sicurezza in vista delle prossime festività.

Aderendo alle specifiche direttive del Ministero dell’Interno, il Prefetto di Ragusa Filippina Cocuzza nei giorni scorsi ha presieduto in Prefettura una Riunione Tecnica di Coordinamento Interforze alla presenza dei vertici provinciali delle Forze dell’Ordine e con la partecipazione del Comandante della Sezione della Polizia Stradale di Ragusa, al fine di disporre il rafforzamento della vigilanza lungo le strade della provincia durante le festività pasquali, e in vista del prossimo 25 aprile e del 1° maggio 2018, in considerazione del consueto sensibile incremento della circolazione stradale sulle principali arterie viarie ed, in particolare, verso le località turistiche di maggior richiamo.

La riunione ha fatto seguito ad altro analogo incontro tenuto per predisporre idonee misure volte ad assicurare il regolare svolgimento, in un clima di massima sicurezza di tutte le celebrazioni e iniziative di carattere religioso programmate in occasione della Santa Pasqua in tutti i Comuni della provincia. Al fine di garantire la sicurezza della circolazione, è stata disposta l’intensificazione dei servizi coordinati di controllo ed una mirata azione di prevenzione e di contrasto delle violazioni delle norme di comportamento del Codice della Strada, con il coinvolgimento, della Polizia Provinciale e dei Corpi delle Polizie Municipali.

Particolare attenzione è stata rivolta anche alla predisposizione dei servizi presso località di particolare interesse turistico e religioso nelle quali solitamente si registra un maggiore afflusso, nonché ai luoghi tradizionalmente meta di gite e passeggiate.

 

Warning: mysql_num_rows() expects parameter 1 to be resource, boolean given in /web/htdocs/www.quotidianodiragusa.it/home/site/library/moduli/news_correlate_fondo_related.php on line 7