Ecologia

Intervento del Commissario della SRR ATO 7 Ragusa

A seguito del comunicato della Fiadel

Il Commissario straordinario della SRR ATO 7 Ragusa, Nicola Russo, interviene a seguito del comunicato diffuso nei giorni scorsi dal sindacato Fiadel di Ragusa.

Pur nutrendo perplessità sull’avvenuto saldo dovuto dall'ATO in liquidazione nei confronti di tutti i 21 dipendenti amministrativi, in quanto pare che qualcuno di essi debba ricevere ancora una cospicua somma, Russo evidenzia, comunque, come tale aspetto non abbia refluenza alcuna ai fini della retribuzione degli stessi da parte della SRR ATO7 Ragusa, totalmente avulsa alla predetta Società in liquidazione. Il passaggio dei dipendenti alla SRR, la nuova Società di Regolamentazione dei Rifiuti istituita con Legge Regionale n. 9/2010, è avvenuto su apposita previsione d'ambito della SRR e l’ATO ha svolto il ruolo di mero spettatore. Il Commissario precisa anche come l'ATO in liquidazione non abbia alcuna gestione della discarica di Cava dei modicani in quanto la stessa si trova in capo alla Gestione commissariale condotta dallo stesso Russo, in virtù del divieto ex lege posto al liquidatore dell'ATO Ragusa Ambiente in liquidazione il cui compito assegnato dalla norma consiste nelle attività di liquidazione della Società e nel trasferire alla SRR gli accantonamenti economici per i compiti e le funzioni di competenza di quest'ultima.

Si evidenzia come ogni attività di adeguamento alle prescrizioni A.I.A. della discarica di C.da Cava dei Modicani sia avvenuta dal 2014 in poi. Nella stessa situazione versa la discarica di Vittoria per la quale l'ing. Nicola Russo, è costretto a garantire attività a tutela e salvaguardia dell'ambiente nonostante l'assenza di somme che ab origine dovevano essere accantonate prima dal Comune di Vittoria e poi dall'ATO Ragusa Ambiente in liquidazione per poi essermi trasferite, come da impegni assunti. Ancora, in merito all’impianto di compostaggio di Ragusa sono in fase conclusiva i lavori di ripristino, adeguamento e completamento, mentre per l'impianto di compostaggio di Vittoria dallo scorso mese di settembre è stato avviato presso il Dipartimento Regionale dell'Acqua e dei Rifiuti il processo per il rilascio delle autorizzazioni necessarie all'avvio delle attività di gestione del medesimo e in ultimo si segnala come lo stesso impianto, ritenuto strategico per l'ambito di competenza della SRR, è stato inserito tra i sei interventi cui il Dipartimento regionale dell'Acqua e dei Rifiuti porrà attuazione.

"Per quanto riguarda il mancato pagamento delle retribuzioni del personale SRR, nel condividere il disagio attuale, si rappresenta come le azioni possibili per il recupero delle somme dovute nei confronti dei Comuni ritardatari sono state attivate precisando che ad oggi continuano ad essere garantite le attività e i servizi nei confronti degli stessi Enti locali per forte senso di responsabilità dei lavoratori, nonostante presunte pressioni esterne atte ad innalzare lo stato di disagio con armi riconducibili alla interruzione del pubblico servizio", conclude Russo che augura per il futuro, un atteggiamento di maggiore collaborazione da parte di tutti i Soggetti coinvolti.