Marina di Ragusa, ripulito parco giochi

Da Manuela Nicita e il suo gruppo

Un’altra inziativa sul territorio cittadino da parte della consigliera Manuela Nicita e del suo gruppo politico.

Armati “di spugne ed acqua raggia” si sono recati nell’area attrezzata per bambini di via Portovenere a Marina di Ragusa per ripulire i giochi in generale ed in particolare per cancellara una svastica nazista “dipinta con lo spray da qualche imbecille su uno dei giochini riservati ai più piccoli”. L’iniziativa è nata in seguito a segnalazioni “sulla presenza di problematiche varie e, con l’approssimarsi della bella stagione, si è reso necessario, anche alla luce delle numerose denunce provenienti dai cittadini, adoperarsi per l’area giochi più grande della nostra città. Abbiamo, soprattutto, voluto eliminare un simbolo nazista, la svastica”.

E a questo punto Manuela Nicita osserva “certo, avremmo potuto segnalarlo all’amministrazione comunale. Ma piuttosto che aspettare i tempi biblici del Comune abbiamo preferito agire in proprio per rendere comunque un servizio, speriamo gradito, alla nostra collettività. I vandalismi, soprattutto quando si rivolgono a zone attrezzate rivolte a tutti ma in special modo ai più piccoli, sono inaccettabili. Resta, comunque, parecchio altro da risolvere. Perché l’area deve essere sistemata meglio, l’erba è abbastanza alta e, soprattutto, c’è sporcizia di tutti i tipi. Il sito è da ripulire come si deve. Ma non solo. Alcuni giochini risultano essere non perfettamente funzionali, anzi sono rotti e pericolosi. In più i tappetini antiurto risultano logori e andrebbero rimessi completamente nuovi.

In più, al fine di evitare che tornino a ripetersi episodi spiacevoli come questo riguardanti la svastica, chiediamo che il Comune doti il sito di telecamere di videosorveglianza”. Nella sua opera di intervento nei siti cittadini la Nicita ha trovato un valido supporto in Emanuele Aquila, militare di carriera, di 39 anni, che “si è chiesto in che modo potesse fornire il proprio sostegno alla causa. Ed è stato attento a mettere in rilievo tutto ciò che non va nella nostra città e ad attivarsi progettualmente per portare avanti quelle iniziative di denuncia che ci aiutano a sensibilizzare l’Amministrazione comunale affinchè possa sanare tutte le anomalie che creano disservizi e disagi alla cittadinanza”.

E a proposito di amministrazione comunale Manuela Nicita non esita “a ringraziare il Comune per avere raccolto positivamente due segnalazioni. La prima riguarda le bandiere sul monumento ai Caduti di Marina di Ragusa. Le stesse erano lacere e consunte. Bene, dopo la nostra segnalazione, le bandiere italiana e dell’Ue sono state sostituite. Inoltre, interventi anche nell’area attrezzata a verde di corso Italia, all’imbocco di viale Europa, dove, soprattutto, sono partiti i lavori per ridisegnare e la manutenzione dell’aquila, simbolo della nostra città”. Ricordiamo infine che Manuela Nicita era assurta agli onori della cronaca anche nazionale per la sua inziativa di cerchiare con lo spay rosso le buche cittadine. (da.di.)