Cronaca

Cisterna di Latina, spara e uccide le figlie: poi si toglie la vita

Ieri mattina

Luigi Capasso avrebbe sparato alle due figlie nel sonno. Una delle due bambine sarebbe stata raggiunta da due colpi.

Una vicina di casa ha raccontato di "avere sentito degli spari attorno alle 6", circa mezz'ora dopo i colpi di arma da fuoco che hanno raggiunto Antonietta Gargiulo, moglie di Capasso, mentre si trovava in garage. Capasso, secondo una prima ricostruzione, stamani alle 5.30 si è presentato sotto casa e quando ha visto la moglie in garage le ha sparato più colpi di pistola. Poi ha preso le chiavi di casa, sembra dalla borsa della donna, ed è salito in casa. Una volta nell'appartamento ha sparato alle figlie che dormivano nei loro letti. Dopo una trattativa di circa nove ore Capasso si ucciso con un colpo di pistola. (Agi)