Benessere

Dieta contro emorroidi: cibi da evitare

Da evitare irritanti ed astringenti

Acerrimi nemici delle pareti intestinali e rettali sono tutti gli alimenti irritanti e astringenti. Se si soffre di emorroidi il peperoncino e i cibi piccanti sono quasi sempre da evitare, anche se in alcune persone il peperoncino rosso può avere addirittura un’azione antinfiammatoria.

Per altri soggetti il binomio peperoncino-emorroidi è decisamente negativo. Senza dubbio, la regola da osservare per tutti è di assumere il piccante con una certa moderazione. Banditi dalla tavola il caffè e gli alcolici. Cacao, pepe, senape e salse troppo speziate non fanno bene, e neppure pomodori e alimenti a base di pomodoro. Via anche aceto, bevande con aggiunta di gas, tartufo, peperoni e ravanelli. Da eliminare i cibi troppo salati e conditi, i fritti e i soffritti. La stitichezza richiede uno sforzo anomalo nell’evacuazione delle feci che può favorire la comparsa o il peggioramento delle emorroidi.

Patate, riso, frutta secca, banane, formaggi grassi, scatolame, crostacei, dolciumi troppo grassi non sono indicati. Il limone, invece, seppure astringente, se assunto in poche gocce diluite in un bicchiere d’acqua a digiuno o prima dei pasti favorisce la regolarità intestinale. Via libera invece per brodi vegetali, carni magre, cipolle, barbabietola rossa, cavolo, carciofi, castagne, avena, fagiolini, finocchi, verdure, frutta fresca, yogurt. Ok alla crusca ma con molta moderazione: i cibi ricchi di fibre fanno bene ma non bisogna esagerare perché possono favorire la stitichezza. Una buona alimentazione va accompagnata, però, anche da uno stile di vita adeguato, fatto di esercizio fisico anche moderato ma costante.