Salute

Cellulare anche a letto? Internet diventa una malattia

Scatta la nomofobia

Svegliarsi e guardare il cellulare di notte o precipitarsi a controllarlo non appena svegli. Sono alcuni dei sintomi che fanno pensare a internet come una malattia.

Sono questi i problemi con cui molte persone, oggi, si trovano a confrontarsi e prendono il nome di nomofobia, cioè timore di rimanere senza connessione, cyberbullismo e web addiction. Secondo un'indagine di Deloitte del 2016 condotta in 31 Paesi con 49500 interviste tra cui 2000 in Italia, presentata allo #Sconnessiday oggi al ministero della Salute, l'83% legge le email di lavoro durante la notte, il 37% controlla le notifiche sul cellulare nel bel mezzo della notte e al mattino il 57% controlla il telefonino entro 22 minuti dal risveglio.

Durante il giorno il 92% utilizza il cellulare al lavoro e il 59% controlla il telefono oltre 200 volte al giorno. L'80% si addormenta col cellulare il mano e il 21% di sera guarda film o serie tv in streaming o in diretta.