Arte

Officine Creative al Museo Diocesano di Caltagirone

Dal 25 febbraio al 23 novembre

Sarà un anno ricco di arte e cultura quello organizzato dal Museo diocesano di Caltagirone. Dal 25 febbraio al 23 novembre 2018, parte un nuovo progetto, "Officine emotive", ideato da Elisabeth Occhipinti e Mario Luca Testa.

Si tratta di un corso di alfabetizzazione alle arti visive di 12 incontri programmati a tema, alla scoperta delle arti visive attraverso percorsi multidisciplinari tra letteratura, cinema, musica e fotografia. L'obiettivo principale è, infatti, affrontare la storia dell’arte non con un linguaggio tecnico ma puntando alla comprensione e alla fruizione da parte del grande pubblico. Affinché l’arte – in special modo quella contemporanea – non venga subìta dal potenziale fruitore, ma venga partecipata e compresa, "Officine emotive" vuole creare momenti di aggregazione e di confronto che mettano in relazione discipline e interessi diversi.

Ogni incontro sarà strutturato in modo originale, sulla base di un dialogo crossmediale, che vede l’intervento di ospiti (artisti, musicisti, ballerini, attori) che daranno dinamicità al tema trattato. Il fine è quello di innescare l’elemento “curiosità” e nutrire la conoscenza. Il primo appuntamento è il 25 febbraio (ad ingresso gratuito) durante il quale, oltre alla presentazione dell’intero progetto, sarà resa nota la metodologia applicata mediante il trattamento del soggetto “arte e musica”, partendo dal rapporto tra Kandinsky e la musica classica per giungere a quello tra Luigi Ghirri e la musica pop – rock. Interverranno don Fabio Raimondi, Elisabeth Occhipinti e Mario Luca Testa.

A seguire, il 9 marzo 2018 con "Il doppio": le arti che dialogheranno sono la musica con “La lira di Narciso” e Marlene Kuntz, le arti visive con “Narciso” Caravaggio, “Metamorfosi di Narciso” Dalì. Infine, la letteratura con “Narciso ed Eco” di Ovidio.