Benessere

Legumi nella dieta dimagrante: riducono girovita

E fanno bene all'organismo

I legumi per la dieta dimagrante e per il benessere dell’organismo in quanto contrastano le allergie e la pigrizia intestinale, tonificano l’apparato circolatorio e prevengono colite e intolleranze alimentari oltre che abbassare i livelli di grassi nel sangue.

Lo annuncia uno studio pubblicato sulla rivista Journal of the American College of Nutrition e condotto dai ricercatori della University of Otago (Nuova Zelanda). Secondo i ricercatori inserire i legumi nella dieta può comportare una significativa riduzione del girovita pari a circa 3 centimetri. Quest’ultimo parametro è molto importante nello stabilire le complicanze dovute ai chili di troppo. Diversi studi infatti hanno dimostrato che basta misurare girovita e indice di massa corporea per avere un’idea abbastanza precisa del livello di rischio cardiovascolare.

Un aiuto inaspettato anche per la pressione sanguigna. Ma il benessere per l’organismo dovuto al consumo dei legumi non si limita solo alla riduzione del girovita ma anche ad altro tipo di benefici. Infatti, sempre secondo lo studio dei ricercatori neozelandesi, fagioli e piselli aiuterebbero a tenere controllata la pressione sanguigna e il livello di trigliceridi circolanti nel sangue. I legumi (piselli, fave, fagioli, ceci, lenticchie, soia) sono la più importante fonte proteica vegetale e contengono inoltre discrete quantità di carboidrati e piccole percentuali di grassi vegetali polinsaturi di elevato valore nutritivo.

Vediamo quali sono i benefici: i legumi non affaticano il fegato, le proteine vegetali sono più leggere da assimilare di quelle animali; aiutano a ridurre il colesterolo, le fibre e i sali presenti nei legumi liberano il sangue dal surplus di grassi; evitano la stipsi, grazie alla cellulosa in essi contenuta, favoriscono l’espulsione delle scorie tramite le feci.