Musica

Sheherazade e il Balletto di Milano a Modica

Domani nuovo prestigioso evento al "Garibaldi"

Una nuova, eccezionale serata per la Fondazione Teatro Garibaldi di Modica con il debutto nazionale della nuova produzione Shéhérazade del Balletto di Milano, una delle compagnie di danza di maggior prestigio in Italia, diretta da Carlo Pesta.

Proposta dai giovanissimi danzatori di punta della Compagnia, e adesso promettenti coreografi, Federico Mella e Alessandro Torrielli, domani lunedì 29 gennaio, alle ore 21.00, la messa in scena di Shéhérazade avvolgerà il pubblico del teatro della Contea nelle calde atmosfere arabe del celebre spettacolo per un’altra strepitosa serata all’interno della stagione musicale diretta da Giovanni Cultrera, sovrintendente Tonino Cannata. Un emozionante balletto in due atti: il primo dedicato alla vivacità delle vie e dei mercati della Medina contrapposti all’intima vita all’interno del palazzo dove la magnetica Shéhérazade ha salva la vita ad ogni alba, il secondo invece in cui alcune delle novelle più celebri delle raccolta “Le mille e una notte” trovano ampio respiro e vivacissima resa, anche grazie alle note sublimi di A. Khachaturian che affianca la ben nota suite di R. Korsakov.

Suggestivo e prezioso l’allestimento creato da Marco Pesta a fare da cornice alle coinvolgenti coreografie che valorizzano le grandi qualità tecniche ed artistiche di tutti i componenti della Compagnia: Alessia Campidori nel ruolo di Shéhérazade, Lisa Bottet la sorella, Alessandro Orlando nelle vesti del Sultano, gli stessi Federico Mella e Alessandro Torrielli, rispettivamente Aladdin e Alì Babà, Angelica Gismondo nel ruolo di Jasmine, Marta Orsi e Federico Micello i geni della lampada. Ed ancora Giordana Roberto e Germano Trovato, protagonisti della storia “Ali Babà e i 40 ladroni”, e Ivan Maimone, Mirko Casilli, Giulia Simontacchi e Giulia Cella protagonisti invece della storia “Uomo addormentato e ridestato”.

Sempre per la stagione musicale, il 3 febbraio prossimo c’è attesa per il grande ritorno, dopo il successo dello scorso anno, della Italian Brass Band dell'Istituto Superiore di studi Musicali "Bellini" di Catania, con “La storia delle colonne sonore 2”.