Enti locali

Variante al PRG, Pozzallo rischia commissariamento

La maggioranza denuncia l'assenza dell'opposizione

La seduta del consiglio comunale di Pozzallo, convocata ieri per discutere sull'adozione della variante generale del piano regolatore generale” non si è potuta svolgere per mancanza del numero legale, in quanto tutti i consiglieri di minoranza, eccetto il consigliere Sulsenti, risultavano assenti in prima convoca, mentre nella seconda risultavano tutti assenti. E adesso si rischia il commissariamento.

Sulla vicenda oggi intervengono i consiglieri di maggioranza. "Riteniamo doveroso informare la cittadinanza sull’importanza dell’adozione di tale piano regolatore che la comunità pozzallese aspetta da decenni in quanto volàno per lo sviluppo urbanistico, economico e sociale. Piano Regolatore che, precisiamo, non è frutto di orientamento esclusivo di questa Amministrazione, ma che riteniamo sia un patrimonio della città, qualunque sia il colore politico di appartenenza" - scrive la maggioranza - che stigmatizza la decisione di assentarsi dell'opposizione solo per il fatto di appartenere a questa.

Il consiglio è stato riconvocato per oggi, un’ipotetica non adozione del PRG potrebbe portare un commissariamento, recando un danno economico allo sviluppo dell’intera città.