Modica, fondi Miur per la Giovanni XXIII

Il sindaco di Modica, Ignazio Abbate, ha approfittato della missione romana organizzata per incontrare il Ministro Lorenzin sulla questione sanità, per avere un confronto con il sottosegretario al MIUR, Gabriele Toccafondi.

Al centro di questo vertice la ricostruzione della scuola Giovanni XXIII che attualmente è per metà chiusa dopo i rilievi statici effettuati qualche mese fa. “E’ stato proprio grazie ai fondi messi a disposizione dal MIUR che abbiamo potuto effettuare gli esami del caso che hanno evidenziato delle criticità in uno dei due plessi e nella palestra. Per la sicurezza degli alunni e dei docenti abbiamo scelto di trasferirli nel palazzo Gensal, pur consapevoli dei disagi che tale trasloco avrebbe comportato. Ho spiegato la situazione al Sottosegretario Toccafondi che mi ha assicurato che la ricostruzione della struttura verrà inserita tra le priorità dei nuovi fondi del MIUR.

Nel frattempo è stato programmato il trasferimento delle classi che sono rimaste nella sede storica verso il Palazzo Azasi da cui gli uffici comunali verranno portati via. La priorità di questa Amministrazione però è sempre una: riportare la Giovanni XXIII nella sede tradizionale. Con i nuovi fondi verrà ricostruita ex novo, anche il plesso attualmente in uso nonostante non presenti criticità rilevate dagli ultimi controlli. Ribadisco ancora una volta che l’Amministrazione Comunale ha la massima attenzione nei confronti di questa istituzione scolastica che da decenni offre un servizio di prim’ordine”.