Vittoria: il Frappato è servito!

Il Frappato, tipico vitigno autoctono siciliano, in tutte le sue varie declinazioni: tranquillo, spumante e dolce, sarà il protagonista assoluto del primo degli “ Incontri di… Vini” in programma il prossimo 9 Dicembre a Vittoria, presso il Castello Enriquez.

In degustazione tre Frappati in purezza delle cantine COS, Pianogrillo e Judeka, due bollicine delle cantine Avide e MaggioVini, ed un Frappato dolce prodotto dalla cantina Terre di Giurfo. Appare superfluo ricordare che il vitigno nel suo matrimonio ben riuscito con il Nero d’Avola ha consentito alla Sicilia di dare luce al Cerasuolo di Vittoria Docg. La manifestazione “ Incontri di… Vini” nasce da un’idea di Maria Antonella Arangio Mazza Corallo, con la collaborazione di Grotte Alte e dopo il successo riscontrato con i due eventi relativi ai Conviviali Vino e Cibo e prevede una serie di appuntamenti dedicati ai winelovers e a coloro i quali apprezzano i cibi realizzati con materie prime di qualità e non comuni.

Il Frappato dunque, che negli ultimi anni sta riscuotendo parecchi consensi fra il pubblico di consumatori di vino, sarà al centro della serata che vedrà la presenza dell’enologo Giacomo Alberto Manzo, esperto conoscitore del mondo del vino e piacevolissima persona da ascoltare, il quale condurrà i presenti alla scoperta di questa varietà che si caratterizza per la sua carica aromatica e le caratteristiche che ne hanno fatto un vino adatto ad essere bevuto in ogni momento della giornata e con ogni pietanza. Ed infatti questo originale vitigno autoctono isolano da alcuni viene definito ruffiano, mentre altri preferiscono parlare di beaujolais siciliano per le sue caratteristiche simili al Gamay coltivato in Francia nella regione della Borgogna.

Tornando alla serata di venerdì, sarà presente anche Simona Migliore, Vice Delegata Onav per il Friuli Venezia Giulia, Delegata Onav per Udine e giornalista che guiderà i partecipanti in un insolito abbinamento vino-musica. In degustazione, infine, saranno proposti dei cibi artigianali locali quali gli arancini ai frutti di mare di Food Lab e cibi realizzati con la pasta di farina di canapa di Sikélia. Ma non solo: anche i dolci alla manna! Il senso dell’iniziativa viene così sintetizzato dalla sua ideatrice Maria Antonella Arangio Mazza Corallo “Diceva Molière che grande è la fortuna di colui che possiede una buona bottiglia, un buon libro, un buon amico.

Ecco, questo è quello che voglio trasmettere attraverso questi incontri, informali, goliardici, spensierati ma non troppo: il piacere di stare bene insieme, attorno ad un buon bicchiere di vino, arricchendo le proprie conoscenze e degustando ottimi prodotti, tutti della nostra area di produzione. Ho sempre pensato che si debba puntare sulle nostre risorse e Vittoria ne è ricca. Invito tutti a partecipare a questo connubio inebriante, pieno di fermento, che vi farà sentire “homini felici!”. La serata, che sarà impreziosita da alcune opere in tema dell’artista Milena Nicosia, prenderà il via alle ore 19.00. (da.di.)