Ragusa, l'Adiconsum interviene su via Roma

Sulla questione Via Roma, in cui è stato riaperto il traffico veicolare nel tratto da via Salvatore al ponte Nuovo - Piazza Libertà, interviene Gianni Cerruto, presidente Adiconsum di Ragusa –Siracusa.

In una lettera inviata al sindaco Piccitto e al presidente del consiglio comunale Tringali, Cerruto lamenta che “dopo il rifacimento e l’intervento radicale che ne aveva visto, finalmente, la destinazione ad isola pedonale, l’attuale Amministrazione ha modificato questo status autorizzando il transito delle auto dalla Via Salvatore per tutto il Ponte, ove, tra l’altro, in atto insiste anche una manifestazione di interesse culturale con esposizioni di progetti a cura degli Architetti”. Motivo per cui, osserva il presidente Adiconsum, “durante il fine settimana e non solo, i cittadini e i visitatori che provano a fare una passeggiata in Via Roma, sono costretti a condividere lo spazio con le autovetture che transitano dalla stessa, cosa di cui, tra l’altro, non vi si comprende la motivazione, con il rischio, per i pedoni, di venire incidentati da qualcuno distratto alla guida dell’auto, perché l’unico interesse, per molti, è quello di transitare con la macchina e non a piedi”.

Secondo Cerruto, inoltre, “fa tristezza vedere i cittadini privati di quell’area unica e bella dove sarebbe possibile fare una tranquilla passeggiata, guardare i negozi o ammirare l’esposizione, solo perché qualcuno, e dico qualcuno, ha sollecitato l’ Amministrazione ad aprire il transito alle autovetture. Il tutto senza che nessuno ne tragga vantaggio in quanto non è consentita neppure la fermata”. A ciò va aggiunto, secondo l’esponente dell’associazione dei consumatori, il disagio “di vedere il centro storico della nostra bella cittadina abbandonato a se stesso, senza nessuna cura delle aiuole, senza nessuna attenzione per quei cittadini che portando a spasso i propri cani consentono agli stessi di fare i bisogni nelle aiuole, senza nessun controllo nè rispetto della normativa, per i ragazzi che giocano a palla, senza alcun presidio delle forze dell’ordine che servirebbe come deterrente per l’ordine e la sicurezza e come punto di riferimento per i tanti turisti che transitano il centro storico e poter dare a loro delle informazioni.

Tutto abbandonato al loro destino, con i pedoni ed i bambini a cui è stato vietato di usufruire del posto che tutti ci invidiano, Via Roma”. Dopo aver invitato Sindaco ed amministratori “a fare una passeggiato in Via Roma il sabato o la domenica pomeriggio, per verificare di persona cosa succede” Gianni Cerruto si dice convinto che occorra “pensare un centro storico più bello, più ricco, più vivibile, e non deliberare senza aver constatato o verificato quali sono le vere esigenze del cittadino. E’ auspicabile che per il futuro alcune scelte che coinvolgono la vita dei cittadini sarebbero condivise con chi li rappresenta, e non decise all’interno di un ufficio senza se e senza ma”. (da.di.)