Ragusa, D'Antona segretario generale della Camera di Commercio

Passaggio delle consegne in Camera di Commercio di Ragusa tra il segretario generale uscente Carmelo Arezzo, che è andato in quiescenza, ed il nuovo segretario generale facente funzioni, il dott. Vito D’Antona.

Il passaggio quindi è avvenuto nella piena continuità amministrativa e funzionale con la storia dell’ente camerale, essendo stato il D’Antona che da oggi è chiamato a guidare la Camera di Commercio, in questo difficile complesso momento che prelude all’accorpamento nella nuova Camera di Commercio di Catania, Ragusa e Siracusa della Sicilia orientale, fino a ieri il vicesegretario generale dell’ente di piazza Libertà, sempre accanto al dottore Arezzo durante questa ultradecennale esperienza cominciata nel 2003, che ha segnato un momento particolarmente efficace e proficuo della presenza della Camera accanto al sistema delle imprese del territorio.

I due dirigenti camerali hanno stamattina incontrato il personale ella Camera di Commercio e si sono incontrati con il presidente dell’ente Giuseppe Giannone, nel corso di un cordiale incontro che è servito a fare il punto sui risultati conseguiti finora ed ad indicare le linee di sviluppo dell’azione camerale anche in vista delle nuove imminenti scadenze. Il presidente Giannone non ha mancato di evidenziare il forte plauso dell’amministrazione camerale, anche a nome del sistema produttivo provinciale, per l’entusiasta innovativo lavoro svolto dal dott.

Arezzo in questi ani durante i quali importanti risultati sono stati conseguiti e si è consolidata la considerazione locale, regionale e nazionale per l’efficienza ed il dinamismo della Camera di Commercio iblea, ed ha ricordato che certamente sul solco di questo lavoro le qualità professionali e le competenze di chi in questi anni come il dott. D’Antona ha gestito tutta l’area interna organizzativa e contabile dell’ente non mancheranno di consentire nuovi esaltanti risultati provando a fare della struttura camerale, anche nella logica di un nuovo ente di area vasta, comunque uno strumento necessario alla crescita sociale ed economica del sistema produttivo.