San Martino Campanaro a Caltagirone

Debutterà venerdì 9 dicembre 2016 alle 20.00 nell'Aula Magna “Bonaventura Secusio” di Caltagirone, con repliche sabato 10 al Centro Interculturale “Giovanni Paolo II” di Mineo e domenica 11 all'Auditorium “San Sebastiano” di Vizzini, lo spettacolo San Martino campanaro scritto e diretto da Massimiliano Perrotta. Lo spettacolo è il frutto di un laboratorio della durata di 10 giorni realizzato nell’ambito delle attività di integrazione promosse all’interno dei progetti dello SPRAR Mineo Minori in collaborazione con gli studenti della sede coordinata di Mineo dell'I.I.S. "C.A. Dalla Chiesa" di Caltagirone.

“Nel corso di questi giorni di laboratorio si è realizzato ancora una volta un processo di integrazione tra i migranti ospiti del territorio e la popolazione locale, questo laboratorio assume maggiore rilievo perché a partecipare sono stati anche gli alunni dell’Istituto Alberghiero di Mineo, il che vuol dire che giovani di pari età si sono trovati insieme a condividere una esperienza artistica, abbattendo le barriere della diversità culturale, linguistica e religiosa, e innalzando il livello di integrazione all’interno del territorio» sottolinea Rossana Russo, Presidente della Cooperativa San Francesco.

«Con San Martino campanaro il Teatro Mediterraneo riconferma il percorso iniziato già da diversi anni, un percorso dove il tema portante diventa connubio tra l'identità siciliana e le culture dei popoli del “mare nostrum”» sottolinea Riccardo Tangusso, Presidente del Teatro Mediterraneo. In scena gli attori professionisti Claudia Amendola, Marta Lìmoli, Santo Santonocito accanto ai giovani migranti Ansumana, Mahamadou, Fofana, Mohamed, Yaya, Samoura, Damuda, Alpha e agli studenti Alisia Infantino, Vincenzo Gulizia, Daniele Severino, Floriana Silvestro, Clelia Tranquillità; nel ruolo di aiuto scenografo e assistenti alla regia: Sofia Di Fazio, Stefano Pulvirenti, Valeria Santini, Elisa Tatoli.

In un piccolo borgo c'è una campana misteriosa che suona da sola, tutte le sere alla stessa ora... così alcuni bizzarri personaggi provano a interrogarsi sul prodigio. Una commedia sul miracoloso, alla ricerca di quanto affratella i popoli del mondo. Le musiche originali sono di Emanuele Senzacqua, la collaborazione artistica di Sara Nussberger, luci e audio a cura di Arka Service.