Cna Ragusa, accordo con Crtu Malta

Un protocollo d’intesa tra la Cna provinciale di Ragusa e la Grtu Malta Chamber of Smes. Sarà stipulato nelle prossime settimane dopo i contatti che l’associazione di categoria ha continuato ad intrattenere con i rappresentanti del sistema imprenditoriale dell’isola dei Cavalieri. Nei mesi scorsi, la Cna provinciale di Ragusa era stata accreditata a potere effettuare il suddetto percorso dai membri del Governo e del Parlamento maltese.

Adesso, si sta dando attuazione a una sfida destinata ad avere ricadute interessanti per le Pmi dell’intero territorio siciliano. In delegazione, la Cna provinciale iblea, rappresentata dal vicepresidente Maurizio Scalone, con delega per l’internazionalizzazione, dal direttore dell’Ecipa Vittorio Schininà e dalla collaboratrice Laura Lissandrello, ha incontrato il presidente della Grtu, Paul Abela, con il Ceo Abigail Mamo e con Noel Gauci, componente del consiglio direttivo. Le parti hanno deciso di attivare un percorso che, tra l’altro, contempla la presenza periodica di un rappresentante della Grtu negli uffici Cna di Ragusa e, al contempo, la presenza di un rappresentante Cna negli uffici della Camera di commercio maltese.

“Stiamo ultimando il contenuto del protocollo – sottolinea Scalone – che definirà al meglio il percorso che abbiamo in mente e che ci dovrebbe consentire di definire le regole di questa collaborazione che si annuncia proficua perché ci consentirà di potere interagire con un mercato in continua fibrillazione e a cui in molti continuano a rivolgersi. Ma non solo. Quello maltese è un mercato che funge da crocevia per numerose imprese. E che è destinato a fornire degli spunti molto interessanti in chiave futura. Ecco perché stiamo compiendo questo passo che si annuncia assolutamente interessante per le sfide future che siamo chiamati a sostenere come associazione di categoria”.