Pastorale Ragusa, volontari Avo al corso formativo

Si terrà lunedì 5 dicembre, a partire dalle 16, in via Giuseppe Di Vittorio, sede degli uffici Asp, l’ultimo incontro formativo del corso promosso dall’ufficio diocesano per la Pastorale della salute di Ragusa. L’appuntamento, che cade in occasione della giornata nazionale del volontariato, vedrà anche la presenza dei volontari dell’Avo.

A relazionare sul tema “Il volontariato si racconta ogni giorno”, sarà Gianna Miceli, presidente dell’Aiad di Ragusa e componente della consulta dell’ufficio diocesano per la Pastorale della salute. Il giorno prima, domenica 4 dicembre, alle 17, nella cappella dell’ospedale Civile di Ragusa, i volontari Avo parteciperanno alla santa messa che sarà presieduta dal direttore della Pastorale della salute, don Giorgio Occhipinti, in occasione del trigesimo del fondatore dell’associazione volontari ospedalieri, prof. Erminio Longhini, da tutti conosciuto come “l’amico del malato”, che è venuto a mancare il 4 novembre scorso nel reparto di Medicina del suo ospedale di Sesto San Giovanni a Milano.

“Qui, nel 1975 – ricorda don Occhipinti – è nata l'Avo, una realtà associativa oggi diffusa in tutta Italia. Quella iniziativa partita in sordina sulla base di un invito amichevole, la richiesta di un malato di un bicchiere d'acqua, prese piede e diede vita all'associazione che oggi conosciamo, con 27 mila volontari in 246 città d'Italia e in 550 strutture. Il volontariato è una grande realtà positiva che vogliamo trasmettere alle persone di buona volontà intese a riscoprire il vero valore della vita. Così come ho personalmente sperimentato 30 anni fa prima di entrare in seminario”.