Ragusa tra i fotografi: shooting a Ibla

La fotografia ripensata secondo nuovi canoni, secondo le esigenze più moderne. Il professionista della fotografia capace di fare emergere le proprie peculiarità a fronte del dilagare di immagini e video condivisi attraverso i social.

La necessità di seguire nuovi percorsi per reinventare il mestiere di fotografo e videomaker sono stati gli argomenti di punta affrontati domenica sera a Poggio del sole resort nel corso della conferenza d’apertura di “Ragusa tra i fotografi”, organizzata dall’Associazione fotografi iblei con la collaborazione di Avis regionale Sicilia e di tutte le aziende del settore che hanno sposato gli obiettivi della tre giorni. “La presenza di master come Vincenzo Ferraro e Alfio Ossino – ha spiegato il presidente di Afi, Enzo Giummarra – ci consente di approfondire alcuni aspetti della nostra professione che meritano la dovuta attenzione.

Oggi, il nostro mestiere non può essere pensato come si faceva dieci o vent’anni fa. L’avvento delle nuove tecnologie ha portato una vera e propria rivoluzione. Ma il fotografo resta un professionista. E ha dovuto calare la propria capacità di percepire le linee guida di questo mestiere in un nuovo contesto. E’ proprio su queste tematiche che ci confronteremo con esperienze sul campo, grazie ai nostri master”. Si comincia già questa mattina con una sessione di shooting che si terrà a Ibla, città barocca, patrimonio mondiale dell’Unesco.

Saranno i master ad illustrare quali, secondo la loro esperienza, le migliori procedure da seguire per esaltare al massimo la professionalità di ciascuno dei corsisti presenti. Sempre oggi, nel pomeriggio, alle 14,30, a Poggio del sole, ci saranno le foto di gruppo e, a seguire, la ripresa dei lavori con i master. In serata scatti e ripresa in sala pose con modelli e modelle. Domani, martedì 29 novembre, la sessione di shooting sarà effettuata a Comiso. Dopo la giornata di lavoro, domani, alle 19,30, in plenaria ci sarà la visione dei lavori effettuati dai master e dai corsisti durante i vari momenti del workshop.

Quindi è in programma la consegna degli attestati. Da seguire, inoltre, alle 22 la tavola rotonda che toccherà i temi della fotografia e della cinematografia. “Siamo soddisfatti – afferma il vicepresidente di Afi, Ignazio Di Grandi – per i riscontri ottenuti. Ma d’altronde abbiamo promosso questa tre giorni dopo avere intercettato la necessità di crescita professionale dei nostri colleghi”.