A Ragusa il premio Ibla Classica International

Tutto pronto per uno degli appuntamenti più attesi all’interno della rassegna “Ibla Classica International”, diretta dal maestro Giovanni Cultrera e promossa dall’associazione AGIMUS e QIRAT - Sicilia Classica International, sotto la presidenza di Marisa Di Natale e la vice presidenza di Giuseppe Basile. Un riconoscimento ai talenti in carriera e alle eccellenze iblee e siciliane nella musica e nella lirica. E’ il “Premio Ibla Classica International 2017” che si svolgerà domenica prossima, 13 novembre, alle ore 18.00, al Teatro Donnafugata di Ragusa Ibla. Ad essere premiati saranno il mezzo soprano Roberta Celano, il baritono Gianluca Failla, la chitarrista Rossella Lavenia, i pianisti Dino Lavenia, Dario Di Gregorio e Riccardo Alma e i trombettisti Gianluca Lucenti, Salvatore Iaci, Antonio Maucieri, Nunzio Paci e Biagio Schifano.
Un repertorio variegato, con musiche di Mozart, Rossini, Bellini, Chopin, Beethoven, Brahms, Prokofiev, Verdi e Piazzolla, come “Il core vi dono” e “Là ci darem la mano”, "Cruda sorte", "Nel giardin del bello" e per ultima "O don fatale", per una serata che premia la bravura e l’impegno e che avrà anche due grandi ospiti d’onore: il clarinettista Vito Latora ed il pianista Biagio Ilacqua.

Latora, attualmente primo clarinetto della Banda della Brigata Meccanizzata “Aosta” di Messina, ha iniziato lo studio di questo strumento da piccolissimo, sotto la guida del padre. A undici anni è stato ammesso all’ Istituto musicale “V. Bellini” di Catania dove si è diplomato brillantemente nel 2002, sotto la guida del maestro Salvatore Ciccotta, con il quale collabora tuttora. Segue periodicamente numerosi corsi di perfezionamento con clarinettisti di chiara fama internazionale, come Calogero Palermo, Antony Pay e Francesco Belli. Svolge un’intensa attività concertistica con diverse formazioni di musica da camera, sinfonica, bandistica e swing. Dal 2000 al 2003 è stato componente effettivo della banda della Provincia Regionale di Catania e diverse sono le sue collaborazioni in qualità di primo clarinetto con l’orchestra “Club Sinfonietta” di Catania. Ha eseguito diverse registrazioni per svariate formazioni musicali e per le edizioni musicali “Suvini e Zerboni” di Milano e ad oggi collabora come docente di clarinetto con molte associazioni musicali, quali l’Accademia C.F.S di Adrano, diretta dal maestro Maurizio Burzillà. Ha ottenuto diverse idoneità nei concorsi per orchestrale presso la Banda dell’Arma dei Carabinieri, dell’Aeronautica e della Marina Militare Italiana e nel 2004 ha vinto il concorso nell’ Esercito Italiano, dove viene impiegato, come primo clarinetto, presso la Banda dell’Artiglieria Controaerei con sede prima a Padova e poi a Sabaudia (Lt), svolgendo un’intensa attività concertistica e cerimoniale. Ilacqua ha conseguito il Diploma in Pianoforte con il massimo dei voti, lode e menzione d’onore al Conservatorio “F. Cilea” di Reggio Calabria nel 2007, mentre nel 2013 consegue la Laurea in Direzione d’Orchestra con il massimo dei voti e la lode al Conservatorio “V. Bellini” di Palermo.

Ha approfondito gli studi in Direzione d’Orchestra sotto la guida di Maestri di fama internazionale come Piero Bellugi, Deian Pavlov, Lazslo Marosi e Giuseppe Lanzetta. Agli studi di Pianoforte, Composizione e Direzione di orchestra sinfonica e di strumenti a fiato affianca quelli di flauto traverso, svolgendo numerosissimi concerti con svariate orchestre e partecipando inoltre a molti concorsi bandistici nazionali ed internazionali in qualità di pianista, flautista e direttore. Vincitore di numerosi Primi Premi e Premi Speciali in concorsi nazionali ed internazionali, è autore di composizioni per formazioni cameristiche, solistiche ed orchestrali, di arrangiamenti ed orchestrazioni nonché di opere a scopo didattico edite dalla casa editrice Suoni Etnei. Tantissime le collaborazioni di prestigio. Attualmente dirige l’ Orchestra Sinfonica Giovanile di Messina di cui è Direttore, Presidente e Direttore Artistico.