Ragusa, Polizia arresta spacciatore

Detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti del tipo hashish. E' con questa accusa che la Polizia di Stato ha arrestato il 18enne Kijera Al Fusaney, nato in Gambia e residente a Ragusa. Da tempo venivano osservati i movimenti di questo giovane ragazzo che frequentava la Villa “Margherita” di Ragusa e così i sospetti sono diventati dati di fatto.
I suoi movimenti e rapporti interpersonali non erano passati inosservati, difatti si aggirava sempre nei luoghi frequentati da giovanissimi, non restando mai più di qualche decina di secondi a parlare con i ragazzi ma solo rapidi saluti.

Questo tipo di comportamento ha fatto scattare un controllo mirato e così, ieri, gli uomini in borghese della Polizia di Stato si sono fatti una passeggiata all’interno della villa, trovando un punto di osservazione tale da poter individuare il gambiano mentre cedeva una stecchetta di hashish.
L’immediato controllo ha permesso di appurare che il richiedente asilo politico, ospite presso una comunità di Ragusa, deteneva altre 8 dosi pronte per la vendita.
Il ragazzo è stato immediatamente arrestato e sottoposto agli arresti domiciliari, mentre l’acquirente è stato segnalato alla Prefettura di Ragusa.
Il giovane spacciatore verrà allontanato dalla struttura di protezione ed il programma di accoglienza sarà interrotto. “La Polizia di Stato continua l’attività di contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti che, purtroppo, vede come clienti perlopiù i giovanissimi. Si registra anche un aumento di minori o appena diciottenni tra le fila degli spacciatori”.