I candidati a sindaco di Scicli e le liste

Ufficialmente ci sarà tempo fino al 2 novembre prossimo, ma in effetti i giochi per le candidature a Sindaco di Scicli, salvo sorprese dell’ultima ora, sembrano ormai fatti. In corsa per il voto del 27 novembre, quando gli sciclitani saranno chiamati ad esprimersi per il rinnovo di Sindaco e Consiglio comunale, ci sono cinqueo candidati a Sindaco. Si tratta di: Carmelo Vanasia, sostenuto dalla lista “Progetto civico per Scicli”, di Concetta Morana, candidata del Movimento 5 Stelle, di Enzo Giannone, espressione di una coalizione di sinistra, appoggiato dalle liste civiche, “Scicli Bene Comune, “Enzo Giannone Sindaco”, “Start” e “Cittadini per Scicli” e di Rita Trovato espressione di buona parte del PD, di UDC e una serie di liste civiche e appoggiata praticamente da tutti i deputati locali, ovvero Padua, Ragusa e Minardo. Tra i candidati a sindaco anche Maria Borgia che al momento non ha ancora confermato le liste che la sostengono, si sa che sono liste civiche.

Ma se i giochi sembrano ormai fatti, i malumori non sono ancora sopiti, la candidatura della Trovato, che ha dato vita ad una larga intesa di centro, infatti, ha lasciato scontenta una parte del PD, dopo il passo indietro del candidato Mario Occhipinti e i mal di pancia, all’interno del partito, non sono ancora passati. Il clima in città è tutt’altro che sereno e il confronto tra candidati al momento appare improponibile. In questi giorni si sta lavorando per far conoscere agli elettori i propri programmi elettorali e per spiegare quello che potrebbe fare la differenza.

Il primo a presentare la sua candidatura era stato Carmelo Vanasia, l'agente immobiliare sciclitano, fratello di ex consigliere, aveva ufficializzato il suo intento insieme al suo Movimento più di un anno fa sostenuto da oltre 300 simpatizzanti, Vanasia che nei giorni scorsi è stato anche nel mirino di ignoti vandali, asserisce di volere essere protagonista dell'inizio di un vero cambiamento e di una significativa inversione di marcia per rendere Scicli degna di essere conosciuta quale città più bella del mondo.
Enzo Giannone, dirigente scolastico, con anni di esperienza politica, rappresenta una candidatura di peso in seno ad un polo civico di sinistra, in grado di attirare per la sua esperienza anche i voti dell'elettorato moderato. Giannone punta ad una amministrazione che miri ad un percorso limpido e trasparente, ponendo al centro il cittadino.

Concetta Morana, laureata in Pedagogia, da sempre impegnata nel mondo del volontariato, è stata protagonista di numerose battaglie sociali ed ambientali e si pone a sostegno dei diritti delle donne e dei disabili. Da parte sua ha annunciato la riduzione delle indennità del sindaco e degli assessori del 30% e l'eliminazione degli sprechi.
L'avvocato Rita Trovato, brillante professionista e figlia dell'ex assessore DC, Guglielmo, nella presentazione delle linee guida del suo programma ha più volte richiamato i concetti di trasparenza, concretezza e fattibilità, la Trovato si pone alla guida di persone che credono nel bene comune.
A scegliere tra “Rivoluzioni gentili”, battaglie sociali e ambientali e ricette per ridare a Scicli la dignità che le spetta, alla fine saranno gli elettori e non è detto che il nome del nuovo sindaco venga fuori già a primo turno. Nell’eventuale ballottaggio di quindici giorni dopo l’atteso 27 novembre, i giochi potrebbero riaprirsi e allora l’esperienza insegna che tutte le carte dovranno essere rimescolate. Calma e gesso!