Vittoria, niente canone per gli interventi facciate edifici

La Giunta municipale di Vittoria ha deliberato l’esonero dal pagamento del canone di occupazione del suolo pubblico in favore di chi, nel corso del 2017, effettuerà interventi di manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo delle facciate delle abitazioni. L’esonero, già riconosciuto con una delibera del 2015, che prevedeva una franchigia per un massimo di 45 giorni per gli interventi effettuati nel corso del 2016, è stato confermato dall’attuale amministrazione, che ha deciso di estendere la franchigia fino a sessanta giorni.

L’agevolazione riguarda i ponteggi e gli steccati edili, nonché i mezzi ad uso edile con cestelli elevatori; in quest’ultimo caso la franchigia avrà la durata massima di tre giorni.
Per ottenere l’esonero dal pagamento del canone, gli interessati dovranno comunicare al Comune l’inizio dell’occupazione del suolo pubblico, al fine di ottenere l’autorizzazione (in mancanza della quale si configurerà la fattispecie di occupazione abusiva). “Abbiamo deciso di accogliere la richiesta delle associazioni di categoria – dichiara il sindaco, Giovanni Moscato – che hanno sollecitato la proroga dell’agevolazione, anche perché con tale provvedimento si favoriscono interventi di miglioramento del decoro urbano, oltre che una maggiore sicurezza nei cantieri di lavoro, e si incentiva l’economia in un settore che da anni vive una fase di stallo”.