Kudos Modica, Sofia Ruta vince le regionali

Va alla provincia di Ragusa ed alla Kudos in particolare il titolo di campione regionale nella specialità più spettacolare della ginnastica artistica, il corpo libero. Ma dopo la seconda prova del campionato regionale di ginnastica le ragazze della Kudos Ginnastica Modica conquistano anche altri diversi gradini dei podi di specialità. Quattro le ginnaste che hanno partecipato a questa ultima e decisiva prova delle due di cui è composto il campionato regionale. Due prove da cui scegliere i migliori punteggi per stilare alla fine la classifica unica regionale. Per regolamento, ciascuna delle ginnaste poteva scegliere due attrezzi su cui esprimere la propria competenza e specializzazione. Ed in particolare, Noelia Caccamo ha presentato trave e corpo libero, Silvia Carnemolla, Sofia Trovato e Simona Vindigni volteggio e corpo libero.

Alla fine delle 'performance', grande emozione e soddisfazione ascoltando l'annuncio della classifica finale che ha visto la Kudos salire nei gradini più alti di questa prova individuale, tra le più complesse e competitive del panorama ginnico. In particolare, campionessa regionale di corpo libero è Sofia Trovato che ha migliorato i punteggi acquisiti nella scorae proae arrivando nel podio più alto. Una doppia vittoria per la giovane Sofia che ha partecipato alla gara con una vistosa fasciatura per inibire il dolore alla caviglia per una storta rimediata proprio in gara un paio di settimane fa. Durante questi 15 giorni, Sofia ha stretto i denti negli allenamenti anche se, per il vero, la partecipazione alla gara di domenica era più per fare un tentativo che per mirare a far risultato. Ed invece, la tenacia della ragazza e la capacità tecnica degli istruttori nel trovare la giusta motivazione all'agonismo, hanno permesso a Sofia non solo di partecipare e non dare forfait ma persino di arrivare prima assoluta a livello regionale. Ma non è stata la sola perchè a farle compagnia, al 3° posto, la compagna di allenamenti Silvia Carnemolla. A completare il parterre del corpo libero, Noelia Caccamo arrivata al 6° posto e Simona Vindigni arrivata al 8° posto.

Dopo il podio nel corpo libero, un egregio 2° posto va ancora alle ginnaste Kudos con Silvia Carnemolla che con un ottimo salto 'tsukahara raccolto', ha raccolto il plauso dalla giuria che le ha permesso appunto il 2° posto assoluto in classifica generale regionale seguita al 3° posto da una altrettanto ottima Simona Vindigni in cui una incertezza finale in fase di atterraggio ha forse impedito un posto più in luce. Buono anche il risultato nel volteggio di Noelia Caccamo che conquista un buon 3° posto regionale ponendosi dietro a vere super esperte di questo attrezzo, molto specialistico e ostico per le difficoltà insite non solo dell'esercizio ginnico in quanto tale ma per l'equilibrio precario da gestire sulla sottile trave.

La soddisfazione in casa Kudos è evidente. “Una felicità davvero grande – dice la presidente della Kudos Elisabetta Puglisi. Non solo per il risultato prestigioso ma per la gioia nei visi delle ragazze dopo essersi liberate dalla tensione della gara. Sono state un paio di settimane intense in palestra ma oramai lo sappiamo tutti, questo è il nostro impegno, il nostro compito, il nostro lavoro e dobbiamo farlo al meglio”. Stessa nota di soddisfazione da parte di Daniele Pellegrino, a capo dello staff di allenatori e trainer delle ragazze del 'Team Agoniste' che hanno affrontato questa gara. “Questi risultati sono stati una bellissima sorpresa – dice Pellegrino – ma sono il frutto di un impegno costante e serio durante tutto l'anno e nelle settimane precedenti gli incontri. Niente nasce dal caso e tutto viene dall'impegno che viene dedicato. Sono giorni di grandi impegni in palestra – conferma Pellegrino – perchè i vari campionati e prove si stanno accavallando e la Kudos ha proprie rappresentanti in tutti i livelli'.

'In effetti – interviene Angelo Floridia dello staff Kudos – il fermento che viviamo in questi giorni è da un lato davvero stancante perchè ci sono gare individuali, a squadra, di diversi livelli. Ma d'altra parte è entusiasmante perchè quando vedi il nome delle tue ragazze sui gradini più alti del podio, la soddisfazione è massima. E ci piace anche l'esempio di impegno che queste giovani campionesse danno alle tante piccole che frequentano la nostra palestra, esempio di impegno per il raggiungimento di alti risultati”.