Ragusa, refezione scolastica in ritardo

“Con l’inizio del nuovo anno scolastico la complessa organizzazione della scuola si rimette in moto mentre nuovi e vecchi problemi riaffiorano ed impegnano amministrazione e dirigenti scolastici. Che senso ha allora che ciò che non è problema viene trasformato in problema e difficoltà per alunni e famiglie”. A chiederselo con amarezza è il consigliere comunale del Pd Giorgio Massari a proposito della refezione scolastica. Queste le sue considerazioni “quest’ anno il ritardo e la lentezza con cui l’attuale amministrazione aveva assegnato, alla fine dello scorso anno scolastico, l’appalto del servizio della refezione scolastica si sarebbe potuto trasformare in una fortunata efficienza e tempestività.

In presenza di un appalto assegnato ed in corso, l’amministrazione avrebbe potuto offrire sin dal primo di giorno di scuola agli alunni delle materne tale servizio di refezione. Ma l’amministrazione non vuole smentire la propria lentezza e sembra che l’inizio del servizio sia immotivatamente procrastinato ai primi di ottobre, amplificando e prolungando ingiustificatamente il disagio degli utenti. Seguendo la sollecitazione di tante famiglie che utilizzano la refezione scolastica per i propri figli, chiederò tramite un’interrogazione all’assessore ai servizi sociali di conoscere le motivazioni di tale colpevole ritardo. Intanto lo sollecito a provvedere a che il servizio di refezione possa partire nel tempo più breve possibile”. (da.di.)