Chiaramonte Gulfi, successo per la terza edizione di Zuppà

Tre giorni eccezionali per la Kermesse Zuppà a Chiaramonte Gulfi. Con la consapevolezza di avere consegnato alla comunità cittadina un grande patrimonio che merita di essere coltivato ed esaltato per potere ancora di più puntare, in futuro, ad iniziative in grado di mettere in rilievo la creatività dei giovani e le peculiarità del territorio. La voglia di stupire l’ha fatta da padrone in questi tre giorni che hanno sempre fatto registrare il sold out sino al pienone della giornata conclusiva con la sessione in musica condotta da Mauro Miclini direttamente da Radio Deejay che ha contribuito a rendere ancora più partecipata, in piazza Duomo, la fase finale dedicata al carnevale estivo. Per il resto, la manifestazione, promossa dalla Consulta dei giovani e dall’Amministrazione comunale di Chiaramonte, con il supporto di Consorzio Chiaramonte, Bapr, consorzio di garanzia fidi Multifidi e associazione di categoria pmiSicilia, ha dimostrato che la commistione di varie iniziative, mettendo nel calderone vari elementi sino ad assemblare una grande “zuppa”, si è rivelata una formula vincente da ripetere per il futuro. Dagli artisti di strada alle installazioni artistiche, dalla sfilata dei tamburi kamarinensi alle band di vari generi musicali, dalle performance teatrali alla danza, dai manichini viventi con abiti realizzati con materiali di riciclo ai giochi da tavolo giganti, e molto altro ancora, i visitatori hanno avuto modo di ricevere numerosi stimoli e di elaborare gli stessi nel contesto di una cornice eccezionale. Insomma, una tre giorni pienamente riuscita. Come sottolinea anche il presidente della Consulta dei giovani, Francesco Scollo. “Abbiamo dimostrato – dichiara – il dinamismo e la vivacità dei giovani chiaramontani. Chi pensa che a Chiaramonte i giovani siano poco valorizzati, non considera le potenzialità che gli stessi possono esprimere. Creare un evento di questa portata con il coinvolgimento delle realtà associative della Consulta e delle attività commerciali non è cosa facile al giorno di oggi. Purtroppo c'è chi ha remato contro questa organizzazione. Forse portare gente per le vie del paese, soprattutto alla luce dei numeri che abbiamo registrato, in molti provenienti dai paesi limitrofi che hanno reso vivo e vivace il nostro centro montano, ha fatto rosicare non poco i disfattisti di professione. Chi vive il paese e chi possiede attività commerciali sa che un evento come Zuppà rappresenta un beneficio per la città, per il richiamo e l'aggregazione che riesce ad esprimere. Solo in pochi, tre anni fa, avrebbero scommesso su questa manifestazione. Oggi Zuppà è diventata un punto di riferimento per numerosi giovani. Di certo sono doverosi i ringraziamenti in primis al sindaco Vito Fornaro e ai componenti della Giunta comunale, ma anche al gruppo dei consiglieri comunali che hanno appoggiato la manifestazione.