Iva Zanicchi torna a Ragusa

E’ stata l’ospite d’onore della XXII edizione del Premio Ragusani nel Mondo. Graffiante, puntente, ironica, sempre pronta alla battuta, istriona, ha confermato dinanzi al folto pubblico di Piazza Libertà di essere una fuoriclasse del palcoscenico, nonostante oramai la non più verde età.
Ha sciorinato il meglio del suo repertorio, anche se avrebbe potuto ancora esibirsi fino a notte fonda.

Nel breve lasso di tempo di permanenza a Ragusa per il Premio, circondata dall’affetto della gente, dalla curiosità dei passanti e dal calore dei gestori del Duomo Relais che l’hanno ospitata, è rimasta incantata dalle bellezze di Ibla, che pur ha ammirato solo di sfuggita. E così a breve distanza di due settimane si è voluta concedere una breve vacanza nella città barocca, sempre ospitata dalla bellissima struttura di B&B , uno dei fiori all’occhiello del patrimonio ricettivo di Ibla. Da semplice vacanziera è diventata una testimonial d’eccezione delle bellezze architettoniche, decantate e descritte alla sua folta schiera di ammiratori di tutto il mondo attraverso i social.

E sempre grazie al Premio continua il sodalizio artistico con Peppe Arezzo e la sua Orchestra, che l’ha accompagnata in diversi concerti in giro per la Sicilia in questo scorcio di agosto successivo al Premio. Ma la signora della canzone italiana ha scelto proprio Ragusa Ibla come base logistica per il suo tour artistico nell’isola. Ancora una volta il Premio Ragusani nel Mondo si conferma veicolo per creare virtuose sinergie e promuovere il territorio ibleo fuori dei suoi confini.