Buccinasco, preso il rapinatore mummia

I carabinieri della Stazione Buccinasco in provincia di MIlano hanno arrestato il  "rapinatore mummia". I suoi obiettivi prediletti erano farmacie e supermercati. Il rapinatore, un 43enne italiano, pregiudicato, quando entrava in azione, sempre armato di coltello, era solito indossare una maglietta a maniche lunghe e bendarsi il volto con delle garze, prendendo la somiglianza di una mummia, per coprire i numerosi tatuaggi e credersi irriconoscibile.

Ad incastrarlo, però, è stato un paio di jeans con la vistosa lettera 'J' stampata sulla gamba, immortalata dalle telecamere di sorveglianza degli esercizi commerciali che rapinava. Tre i colpi che i carabinieri hanno addebitato al rapinatore Mummia: lo scorso 18 giugno e 4 luglio ai danni di farmacie, e il 30 giugno al supermercato Penny Market. L'automobile con cui si recava a Buccinasco, una Fiat di colore scuro, non era sua ma di un pregiudicato amico, denunciato a piede libero dai carabinieri per favoreggiamento.