Giarratana in festa per San Bartolomeo

La festa delle feste. La chiamano così perché non solo tutta Giarratana si mobilita ma i fedeli arrivano anche dall’intero circondario. Con l’obiettivo di rinnovare la devozione al Patrono principale. Nel centro montano denominato la Perla degli Iblei, l’attesa durata un anno sta per concludersi. Prenderanno il via, infatti, martedì 16 agosto le celebrazioni in onore di San Bartolomeo apostolo il cui momento clou sarà rappresentato dallo speciale rito di mercoledì 24 quando, con la tradizionale “Sciuta” del simulacro del santo, l’intera cittadina tornerà a colorarsi di rosso, grazie al festoso scoppiettio dei mortaretti e al tradizionale lancio di “nzaireddi”. Scene folkloristiche di immensa suggestione. Scene che torneranno a fare rivivere una tradizione che si tramanda da secoli. Il parroco, don Riccardo Bocchieri, e il comitato dei festeggiamenti hanno allestito un programma che punta, soprattutto, a sottolineare l’attenzione che, nel corso del tempo, continua ad essere riservata a questo insostituibile appuntamento religioso.

Il messaggio che il parroco, don Bocchieri, lancia ai fedeli, per l’edizione 2016 della festa, sulla misericordia in occasione dell’Anno santo indetto da Papa Francesco. “San Bartolomeo, assieme agli altri apostoli di Gesù Cristo – dice il parroco – è annunciatore e testimone del Vangelo. Il Vangelo è il libro di Dio, da leggere e rileggere, perché quanto Gesù ha detto e compiuto è espressione della misericordia del Padre. Il Vangelo della misericordia rimane un libro aperto, dove continuare a scrivere i segni dei discepoli di Cristo, gesti concreti di amore, che sono la testimonianza migliore della misericordia. Siamo tutti chiamati a diventare scrittori viventi del Vangelo, portatori della Buona notizia a ogni uomo e donna di oggi”.

Le celebrazioni entreranno nel vivo martedì alle 17,15 quando il gruppo Tamburi “Città di Giarratana” aprirà i solenni festeggiamenti in onore del Patrono sfilando lungo il corso XX Settembre. Alle 17,30, ci sarà la recita del Rosario nella chiesa di San Bartolomeo. Alle 18, l’inaugurazione della nuova vetrata artistica posta sulla facciata della chiesa. A seguire, al canto delle litanie, lo speciale momento della discesa del simulacro del santo dalla cappella dell’altare maggiore annunciata dal suono a festa delle campane e dallo sparo di 24 colpi di cannone. Mercoledì 17 agosto, a partire dalle 18, al campetto sportivo “Piero Garaffa”, si terrà la quinta edizione del torneo dedicato al patrono principale di Giarratana. La manifestazione è una notturna di calcio a cinque che, nel corso degli anni, ha riscosso un successo sempre crescente.