Ragusa, controlli in piazza San Giovanni

Continua senza sosta l'attività di controllo su tutto il territorio da parte della Polizia di Stato. Più nello specifico e tra altri servizi il Centro Storico di Ragusa dal 29 luglio al 4 agosto è stato interessato da un certosina attività di controllo. Sono stati ottenuti risultati significativi sia sotto il profilo della prevenzione che della repressione per quei fenomeni di microcriminalità registratisi soprattutto a piazza San Giovanni.
Sono stati pianificati servizi di controllo del territorio con l’implementazione di uomini e mezzi della Questura (Volanti, Squadra Mobile, Immigrazione e Digos), del Reparto Prevenzione Crimine di Catania, di Unità Cinofile.

Efficace l’esito dei controlli, coordinati dai Funzionari che si sono avvicendati nel corso del periodo in esame: 381 persone identificate tra cui 33 soggetti con precedenti penali; 28 perquisizioni e/o controllo sulle persone; 7 perquisizioni presso abitazioni di soggetti sospettati di detenzione e spaccio di stupefacenti; 4 arresti per spaccio di stupefacenti;31 stranieri identificati non in regola con le norme di soggiorno sul Territorio Nazionale di cui 27 espulsi con accompagnamento coatto presso i propri paesi d’origine; Centinaia di dosi di sostanza stupefacente sequestrata (marijuana e hashish); 9 procedure di misure di prevenzione attivate (3 avvisi orali, 4 fogli di via 2 sorveglianze speciale) del Questore di Ragusa; 13 segnalazioni alla locale Prefettura per assunzione di sostanza stupefacente. L’impegno della Polizia di Stato si è così dispiegato:58 (di cui 14 in abiti civili) composite pattuglie con turni 13/19 e 19/24. L’analisi dei dati conferma il già segnalato incremento dell’uso di stup efacenti da parte di minori (specie per sostanze del tipo marijuana e hashish).