Successo per pizzi e merletti a Ragusa

"Un successo, non ci sono altre parole per definire la mostra al castello di Donnafugata 'Pizzi e Merletti. Storie di vita privata', inaugurata lo scorso 26 luglio. Nel solo giorno dell'inaugurazione il botteghino ha fatto registrare ben 771 visite, ingressi che salgono a 907 nel solo fine settimana (sabato e domenica). Un'iniziativa di pregio, che dà lustro al nostro maniero più importante, una mostra apprezzata dai tanti, tantissimi ragusani e turisti che in questi giorni stanno affollando le sale del castello", dichiara entusiasta Filippo Spadola consigliere comunale 5 Stelle, che prosegue: "Un plauso speciale va al curatore della mostra, Nuccio Iacono, e alla sua equipe che, tra l'altro, è giusto ricordarlo, stanno svolgendo un lavoro egregio nel gestire l'intera collezione Trifiletti. Una collezione fortemente voluta da questa Amministrazione, nonostante le tante troppe critiche strumentali imbastite da una certa opposizione, spalleggiata, come sempre, da una parte della stampa, incapace di comprendere il valore storico, culturale ed economico della Collezione Trifiletti".

"Busti, corpetti, corredi e tanti altri accessori ci raccontano, come ci preannuncia il sottotitolo della mostra, un'epoca lontana, lontana quasi anni luce dalla nostra contemporaneità. L'allestimento di 'Pizzi e Merletti' - continua Spadola - ci regala una prospettiva privilegiata, grazie alla quale possiamo scoprire e riscoprire, una storia, la storia di una famiglia, che è anche il racconto di un'intera era, di una cultura, dei suoi stili di vita, di un modo di pensare, di agire e d'essere, una quotidianità che potremo ammirare e svelare, discretamente, quasi in punta di piedi, nella magnificenza di quei manufatti unici, pregiati, che tutto il mondo ci invidia".
"Con oggi - conclude Spadola - sono due anni che le stanze del Castello sono ritornate a nuova vita, anche grazie alla Collezione Trifiletti. Un progetto iniziato due anni fa, per certi versi ambizioso, che, ma ne eravamo certi, non potrà che accrescere il prestigio del Castello di Donnafugata e della nostra terra tutta".